×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 406

di Anna Bravo, Tuttolibri
5 marzo 2011


Chi non conosce il lavoro di Lea Melandri troverà nel suo nuovo libro Amore e violenza una buona occasione per fare amicizia. Perché l'autrice ha idee forti, e applicandole al "fattore molesto" della storia umana (il nesso amore/potere/violenza nel rapporto uomo/donna) accetta il rischio di apparire a sua volta "molesta" per lesa superficialità. Composto di ampi saggi, ricco del pensiero psicanalitico e del patrimonio femminista, Amore e violenza, affronta il suo tema muovendosi fra il vicino e il lontanissimo, fra la contemporaneità e lo spazio/tempo delle origini, per mettere a fuoco le teorie e le pulsioni sottese al binomio questione maschile/femminile.
» Leggi tutto

Etichettato sotto
di Laura Eduati, Gli Altri
7 ottobre 2011

Il blog di una ragazza racconta il clima sadico nella casa di accoglienza di Torre Spaccata quando era gestita dalla cooperativa Virtus. Finita in un'altra struttura per donne maltrattate, riceve comunque poco aiuto. Così, insieme alla giornalista che sta seguendo la sua storia, crea un'inchiesta a puntate. Con una redazione mobile, composta dalle donne che con lei vogliono denunciare la Virtus e che, per colpa della mancata assistenza, vagano da un dormitorio all'altro di Roma. Con una paura: venire scoperte dagli uomini che le hanno picchiate.
» Leggi l'articolo

Etichettato sotto
di Silvia Ballestra, L'Unità
23 ottobre 2011

Tra cinque anni in Italia sarà impossibile abortire legalmente in strutture pubbliche, cioè si cancellerà un diritto e si affosserà una legge che ha dato eccellenti risultati (aborti entro la dodicesima settimana più che dimezzati dal 1982). Perchè accade questo? Possibile che tutte le obiezioni di coscienza abbiano solide radici morali o religiose. Certo che no. Con i non obiettori costretti a rispondere da soli alla domanda di interventi, infatti, accade che chi obietta abbia più possibilità di carriera, promozioni più facili, agevolazioni, promozioni più veloci, complici le gerarchie sanitarie. Naturalmente intervenire sarebbe semplice e basterebbe qualche minimo ritocco alla legge.

» Leggi tutto

Etichettato sotto
di Paolo Brogi e Simona De Santis, Corriere.it
10 maggio 2012

Il Consiglio di istituto del liceo Righi di Roma, a maggioranza, ha detto no all’assemblea con Giovanna Marturano, partigiana. Ed è polemica. L’assemblea d’istituto del noto liceo scientifico di via Campania è in programma giovedì 10 marzo dalle 8.30 alle 12.30 (ma nella sede di via Boncompagni). Sul sito del Righi è pubblicato il programma della mensile assemblea d’istituto: «Introduzione sulla storia della Resistenza a Roma; dibattito, l’importanza della Resistenza oggi come ieri e, infine, l’eventuale proiezione del film “Roma città aperta”. Poi, varie ed eventuali».
Etichettato sotto
di Enrico Bellavia e Valdimiro Polchi, La Repubblica
17 febbraio 2012

"Abbiamo registrato casi di ragazze nigeriane e cinesi, che occupano il gradino più basso dello sfruttamento, che accettano di prostituirsi anche per cinque euro". Aumenta il numero di prostitute consapevoli di cosa faranno in Italia. I guadagni "facili" restano però un miraggio: il debito con le organizzazioni non si estingue mai e le violenze sono all'ordine del giorno. 
Etichettato sotto

facebook