×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 415

Minori: 7.000 bambine a rischio mutilazioni genitali in Italia

Letto 1526 volte
Asca
21 01 2013

''Sono settemila le bambine immigrate, residenti in Italia, a rischio di mutilazioni genitali e il 6 febbraio , in occasione della giornata mondiale dedicata al tema, Peter Pan Onlus chiedera' un impegno a tutti gli ambasciatori dei Paesi a rischio, in Italia, di promulgare una carta d'intenti contro questa vergognosa pratica''.

''Le donne che vivono nel nostro Paese e che provengono dai Paesi piu' a rischio ( Egitto,Somalia e Ghana soprattutto ) sono addirittura centomila. C'e' un problema di adeguata sensibilizzazione su questo tema - dice Mario Campanella, Presidente della Peter Pan - che purtroppo non fa emergere la contiguita' tra alcune comunita' e strutture pseudoreligiose che sostengono l'infibulazione e la corroborano di significati culturali''.

Campanella informa che '' sara' inviato un protocollo agli ambasciatori dei Paesi a rischio nel quale si chiedera' di collaborare con il nostro Ministero dell'Interno al fine di consentire l'emersione di un fenomeno che non accenna , purtroppo, a diminuire''. Testimonial dell'iniziativa sara' Maria Rita Parsi, scrittrice e psicoterapeuta , membro del Comitato Onu per i diritti dell'infanzia .

''L'infibulazione e' una sorta di catena medievale che esalta l'abbrutimento della persona - continua Campanella - ma solo agendo con una prevenzione culturale e politica potranno ottenersi risultati concreti''.

Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook