Stampa questa pagina

Il buco nero dell'eroina e la generazione perduta dell'ex Urss (Elisa Battistini, Il Fatto Quotidiano)


All'inizio degli anni '90, dopo la caduta del regime, la Russia conobbe l'emergenza di alcuni fenomeni sociali: l'arrivo massiccio delle droghe pesanti a cominciare dall'eroina del vicino ed ex nemico Afghanistan (che produce il 76% di oppio del mondo), lo scoppio di un'epidemia di Hiv che vide un picco nella metà del decennio, una lunghissima crisi demografica che ridusse la popolazione di 7 milioni di abitanti nel giro di 17 anni. ...
Devi effettuare il login per inviare commenti