Donne in rivolta contro gli abusi. Una breccia nella Muraglia cinese (Guido Santevecchi, Corriere della Sera)

Ci sono migliaia di donne cinesi in prigione per lo stesso motivo: omicidio o ferimento intenzionale del coniuge. I tribunali della Repubblica popolare non prendono in considerazione la lunga storia di abusi subiti dalle imputate. Ma ora la Corte suprema di Pechino ha annullato la sentenza e ordinato la ripetizione del processo: un avvenimento storico. ...
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook