×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 415

Tutti stranieri, ma alcuni anche conduttori

Letto 1638 volte
Etichettato sotto
Il Fatto Quotidiano
11 12 2914

La mente è abituata a ragionare per categorie: facilitano la comprensione, e il mondo dell'informazione lo sa bene, ponendo continue etichette e confezioni dentro cui inquadrare la realtà.

"Tutti stranieri" è un modo per "sgretolare l'omogeneità finta della categoria", per dirla con le parole del direttore di RadioTre Marino Sinibaldi: in questo caso, quella di chi arriva in Italia dall'estero.

Una scelta editoriale che ieri ha portato nelle trasmissioni del palinsesto le voci di rifugiati, esuli, stranieri arrivati nel nostro Paese.

In occasione della Giornata mondiale dei diritti umani che ricorre ogni anno nel giorno della dichiarazione universale del 1948 da parte dell'assemblea generale delle Nazioni Unite, Radio3 ha trovato un modo per "spezzare la genericità dei racconti e introdurre un elemento di ricchezza". ...
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook