Thailandia, fanno teatro all’università. Due studenti condannati per lesa maestà

Etichettato sotto

Le persone e la dignità
24 02 2015

Due anni e mezzo di reclusione per aver messo in scena uno spettacolo teatrale all’università. E’ successo in Thailandia. L’accusa è di aver insultato la monarchia con la produzione della recita “The wolf bride” in cui comparivano i personaggi di un re immaginario e di un suo consigliere. LOspettacolo era andato in scena nell’ottobre del 2013 all’università Thammasat a Bangkok, in coincidenza del 40/mo anniversario di una rivolta studentesca repressa nel sangue. Patiwat Saraiyaem e Porntip Mankong, rispettivamente di 23 e 26 anni, sono stati entrambi ritenuti colpevoli di lesa maestà, che porta la pena massima di 15 anni di prigione.

“Entrambi i sospettati hanno violato la legge 112 e ricevono una condanna a cinque anni di prigione ridotta della metà”, ha spiegato un giudice, aggiungendo che la pena è stata ridotta perchè gli imputati hanno confessato.
La Thailandia dispone della legge di lesa maestà più severa al mondo, la denuncia può essere effettuata da chiunque: nel caso dei due studenti condannati, la segnalazione è partita da un gruppo ultra-monarchico. L’applicazione del provvedimento è stata intensificata sotto il governo militare al potere dal colpo di stato dello scorso maggio. Nonostante questo lunedì 23 febbraio circa 40 attivisti hanno protestato davanti al tribunale in cui venivano giudicati i due studenti sfidando il divieto di protestare.

Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook