×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 415

Obiettivo Donna 2015, lo sguardo al femminile

l'Espresso
06 03 2015

Tre mostre e diversi appuntamenti, dal 6 marzo al 2 aprile a Roma, per la decima edizione di Obiettivo Donna. La rassegna ideata e prodotta da Officine Fotografiche e a cura di Emilio D'Itri, vuole rendere omaggio alla produzione fotografica femminile.

Tre le protagoniste dell'edizione 2015: Francesca Cao, Liliana Ranalletta e Marina Rosso, nei rispettivi progetti Temporary Life, Di Mastri e di botteghe, e The Beautiful Gene.

In "Temporary Life", Francesca Cao, con la curatela di Irene Alison/DER LAB, intraprende un percorso di mappatura del Paese, alla ricerca dei residui dei terremoti passati, delle ferite rimaste aperte, delle architetture dell’emergenza, delle ricostruzioni tentate e di quelle mancate, che hanno segnato il paesaggio post sismico anche nei modi e nelle forme del vivere delle comunità colpite.

Liliana Ranalletta nel progetto "Di mastri e di botteghe", percorre i vicoli romani alla ricerca dei mestieri antichi. L'operazione di mappatura attraverso la fotografia è ancora più esplicita nei ritratti di Marina Rosso in "The Beautiful Gene", progetto prodotto da Fabrica (Benetton), prndendo spunto dalla notizia secondo cui nel 2011 la banca del seme più grande del mondo ha smesso, per un certo periodo, di accettare donatori dai capelli rossi perché non richiesti dalle donne. La fotografa ha intrapreso un viaggio di sei mesi attraverso l’Europa alla ricerca di uomini e donne portatori di questa caratteristica genetica.
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook