Campagne e compagni, ma come siamo finiti

Letto 1795 volte
Il Fatto Quotidiano
08 06 2015

Forse a Matteo Renzi e al suo ininfluente proconsole romano Matteo Orfini, un dato non è ancora chiaro, o forse entrambi cercano di rimuoverlo per scacciare l'incubo che li tormenta: Roma, la Capitale d'Italia, città simbolo nel mondo, rischia di essere sciolta per mafia. Come l'ultimo paese dell'Aspromonte. Non è certissimo, ma il solo fatto che se ne parli, che qualcuno accenni all'ipotesi, è già un dramma epocale. ...
Altro in questa categoria: Nel nome delle figlie »
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook