PERCHE' LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE RESTA ANCORA CONFINATA NEL PRIVATO

di Lea Melandri, Corriere della Sera
7 gennaio 2012

Ma quello che desta più stupore è che il rapporto tra i sessi, nelle sue implicazioni private e pubbliche, nella drammatica ambiguità di un dominio innestato con le vicende più intime degli esseri umani, ancora resti sbarrato dietro le porte di casa, esaltato nell'immaginazione - come ha scritto Virginia Woolf - e storicamente insignificante.
» Leggi tutto

 

Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook