Salute come diritto

da Aied

L'informazione e il libero accesso alla contraccezione sono un importante strumento di libertà per ogni donna

Il 26 settembre ricorre la Giornata Mondiale della Contraccezione, una occasione in cui non solo si porta all'attenzione dei governi e dell'opinione pubblica di tutto il mondo la necessità di rafforzare l'informazione sui sistemi contraccettivi ma anche per sottolineare come il libero accesso alla conoscenza dei metodi per la pianificare familiare abbia significato per le donne una occasione di libertà e autodeterminazione senza precedenti.

Per ottenere la pillola del giorno dopo:
AIED
, Associazione Luca Coscioni, Laiga, Vita di donna

Ecco i moduli per denunciare chi obietta sulla contraccezione d'emergenza:
- per i medici
- per i farmacisti

Per approfondimenti sulla pillola del giorno dopo
Chiara Lalli su Galileonet

Grazie ad Adrianaaaaaaaa e a Loredana Lipperini

di Ivan Cavicchi
19 aprile 2011

L’idea di salute è sempre stata “carica” di significati e “caricata” di implicazioni. Per la Costituzione è fondamento della dignità; nei luoghi di lavoro vuol dire altra organizzazione, negoziazione tra interessi; relativamente alla psichiatria e all’handicap, salute vale reintegrazione sociale e deistituzionalizzazione, negli ospedali salute e umanizzazione coincidono come nel territorio salute ed ecologia.
La salute è una superconcetto che si basa su due valori: la politicità cioè l’impossibilità di concepirla senza cambiare le “patologie” dello status quo, la valenza emancipativa cioè l’impossibilità di agirla senza riscattare la persona da un vasto sistema di svantaggi. La salute della donna, nel nostro paese, ha rappresentato il massimo dell’una e dell’altra.

facebook