×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 407

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 404

L'Opinione

di Maria Grazia Campari
17 luglio 2012

Sembra giusto definire la legge n. 92/2012, in vigore dal 18 luglio, una controriforma anticostituzionale. Vediamo sinteticamente il perché.
Nei suoi primi e fondamentali articoli (1, 4, 35, 36, 38) la Costituzione repubblicana mostra il disegno di attribuire al lavoro la qualità di agente di partecipazione democratica, garante della effettività dei diritti sociali, civili e politici dei cittadini. Il lavoro, quindi, come bene preminente (art. 1) che la Repubblica si incarica di tutelare e rendere effettivo (art.4).
di Cinzia Sciuto, Animabella
12 settembre 2012

La scuola comincia proprio in questi giorni e i bambini delle materne già dal loro primo giorno hanno imparato una lezione che segnerà per sempre il loro immaginario e sarà difficile da sradicare. Hanno imparato, senza bisogno di un maestro a indottrinarli, che nel mondo che li circonda, quello della scuola e degli altri bambini, corre una linea di divisione netta: di qua il celeste, di là il rosa.
di Celeste Costantino, Sinistraecologialibertà
30 aprile 2012

Femminicidio. È una parola che utilizziamo da anni, che abbiamo scritto tante e tante volte per denunciare quello che accade in Italia e in altri Paesi, per informare e fare capire che quello che avviene intorno a noi non è un caso, non è il frutto di un raptus di follia, non è passione, non è gelosia, non è amore. Sembra non essere chiaro per nessuno: per la cosiddetta società civile, per i media, per la politica.
Diario (Anno VI–numero 4)
Luglio 2006

Giovanni Aliquò non è sospettabile di simpatia per i duri dell’antagonismo. Il segretario dell’Associazione nazionale funzionari di Polizia (Anfp), a Genova era in piazza con casco e manganello. E nei punti più caldi: in via Tolemaide il 20 luglio, in piazza Kennedy il 21. Ha partecipato agli scontri, ha compiuto arresti, in ufficio conserva ancora una bandiera presa a un militante del Tikb, i comunisti rivoluzionari turchi (il simbolo è falce, martello e mitra). Eppure afferma che per la Polizia italiana quel G8 «è stato un sostanziale fallimento».
di Elisabetta P., Femminismo a Sud
10 ottobre 2012

Da #save194:
E’ deprimente. Possibile che una campagna per informare le donne più giovani sui metodi contraccettivi debba essere un concentrato di stereotipi sessisti?
di Caterina Venturini, Sinistraecologialibertà
2 maggio 2012

In questi giorni di emergenza di dati, di cifre, 54 donne uccise in Italia dall’inizio dell’anno di cui la maggior parte dai loro compagni o ex; in questi giorni di appelli, tutti giusti e tutti adeguati, mi piacerebbe provare a impostare un ragionamento di più lungo respiro e di risultato forse meno immediato, ma che ha la grande ambizione di fermentare sia in me che scrivo, sia in voi che leggete.
di Ignazio Marino e Carlo Maria Martini, L'Espresso
25 marzo 2012

Il cardinale e il medico. Dialogano dei tabù della Chiesa. Dall'uso del preservativo al riconoscimento delle unioni gay. E ne vengono fuori aperture soprprendenti.
» Leggi tutto

di Katia Ippaso, Gli Altri
3 febbraio 2012

Le rivoluzioni partono dal quotidiano, dal qui ed ora. Al tempo stesso, non posso fare a meno di battermi ancora perché certi temi legati al discorso del corpo e della differenza diventino centrali. Trovo scandaloso che ancora la violenza degli uomini contro le donne sia oggetto di cronaca nera. Quando è chiaramente un'emergenza sociale, politica e culturale.
» Leggi tutto

 

da Femminismo a Sud
23 ottobre 2012

Infatti alle donne che sono andate a sottoporle un parere sulla necessità di lavoro come una delle indispensabili soluzioni per prevenire la violenza sulle donne (oltre che una serie infinita di altri disagi umani) ha detto che erano “non democratiche” e ai giovani che vogliono lavorare dice “arrangiatevi”.
di Adriano Sofri, La Repubblica
24 maggio 2012

"E' successo a Napoli, a marzo: un ginecologo del Policlinico Federico II è morto, investito sulle strisce, e per due settimane non si sono fatte interruzioni di gravidanza", racconta Giovanna Scassellati. A stare ai numeri dell'obiezione di coscienza, l'Italia è più rigorosa della Ginevra di Calvino.

 

facebook

Zeroviolenza è un progetto di informazione indipendente che legge le dinamiche sociali ed economiche attraverso la relazione tra uomini e donne e tra generazioni differenti.

leggi di più

 Creative Commons // Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Gli articoli contenuti in questo sito, qualora non diversamente specificato, sono sotto la licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Italia (CC BY-NC-ND 3.0)