×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 415

Quei muri invisibili delle nostre periferie

  • Domenica, 25 Gennaio 2015 13:31 ,
  • Pubblicato in L'Articolo
Massimo Nava, Corriere della Sera
24 gennaio 2015

Un poliziotto di colore, musulmano, figlio d'immigrati può essere ucciso dai terroristi e decorato come servitore dello Stato, ma non diventerà un alto ufficiale della gendarmerie. Le possibilità per un giovane delle periferie di scalare le gerarchie sociali, di accedere alle università più prestigiose, alle grandi scuole di amministrazione, sono esigue. ...

Quei muri invisibili delle nostre periferie

Un poliziotto di colore, musulmano, figlio d'immigrati può essere ucciso dai terroristi e decorato come servitore dello Stato, ma non diventerà un alto ufficiale della gendarmerie. Le possibilità per un giovane delle periferie di scalare le gerarchie sociali, di accedere alle università più prestigiose, alle grandi scuole di amministrazione, sono esigue.
Massimo Nava, Corriere della Sera ...

Piccoli laici crescono

  • Venerdì, 16 Gennaio 2015 11:57 ,
  • Pubblicato in Flash news
Internazionale
16 01 2015

I poveri non hanno voglia di lavorare, perciò sono poveri. Chi lavora non è povero. I bambini poveri a scuola vanno peggio degli altri.

Ecco alcune convinzioni circolanti tra bambine e bambini in Francia, e non solo.

Un libretto di testi e fumetti, Stop aux idées fausses sur la pauvreté, mette a disposizione le informazioni che smentiscono questi luoghi comuni e aiutano a capire la realtà sociale. ...
UnioneOra quello che è importante è non dimenticare. È importante agire - e spetta farlo a quelli della tua generazione, perché la nostra non ha saputo, o non ha potuto, impedire i crimini razzisti e le derive settarie - perché il mondo in cui continuerai a vivere sia migliore del nostro. È un'impresa difficilissima, quasi insormontabile. È un'impresa di condivisione e di scambio. Sento dire che si tratta di una guerra. Forse è così, lo spirito del male è presente ovunque e basta un pò di vento perché si propaghi e consumi tutto intorno a sé. 
J.M.G. Le Clézio, la Repubblica ...

Chi è Charlie veramente?

satira resiste alla stragePerché i musulmani di tutto il mondo devono affannarsi a dire: "anch'io sono Charlie"? Forse, come fa notare Mohsen condannando la naivetè della "solidarietà idiota", sarebbe il caso di riflettere su come la Francia abbia cresciuto questo Islam dentro casa. Sarebbe il caso di rivedere i margini concessi a paesi come l'Arabia Saudita nella gestione di moschee e scuole islamiche. 
Donatella Della Ratta, Il Manifesto ...

facebook