La lotta per la libertà che nasce a Lampedusa

Lampedusa un anno dopo. La lotta al regime gulag di Eritrea si compatta attorno al naufragio. 
"Noi pensiamo di essere dei piccoli tassi. Nient'altro che dei piccoli tassi che rosicchiano i pilastri di legno su cui poggia il regime eritreo. Il nostro obiettivo è farlo cadere".
Parla per metafore Amanuel, uno dei giovani eritrei che stanno creando in Europa un coordinamento di tutte le forze di opposizione al regime di Isaias Afewerki, il dittatore che tiene in pugno il Paese fin dall'indipendenza dall'Etiopia, ottenuta nel 1991 e sancita ufficialmente nel 1993.

Alessandro Leogrande, Pagina 99...

IL POSTO DELLE DONNE E IL GOVERNO MONTI

  • Lunedì, 21 Novembre 2011 15:58 ,
  • Pubblicato in ZeroViolenza
di Elettra Deiana
22 novembre 2011

Un dissonante concerto di voci, poteri, protagonismi e presenzialismi, tutti rigorosamente maschili e al maschile, ha fatto da sfondo alla crisi che ha investito il nostro Paese e ha chiuso (forse) la partita con il governo Berlusconi. E intanto una regia di primi uomini – il Presidente Giorgio Napolitano, l’aspirante e ora effettivo capo del Governo Mario Monti, il benedicente cardinal Tarcisio Bertone, Segretario di Stato del Vaticano – ha messo in scena, come in un finale a sorpresa (per chi crede alle sorprese) l’epilogo salvifico.

IL POSTO DELLE DONNE E IL GOVERNO MONTI

  • Lunedì, 21 Novembre 2011 15:58 ,
  • Pubblicato in ZeroViolenza
di Elettra Deiana
22 novembre 2011

Un dissonante concerto di voci, poteri, protagonismi e presenzialismi, tutti rigorosamente maschili e al maschile, ha fatto da sfondo alla crisi che ha investito il nostro Paese e ha chiuso (forse) la partita con il governo Berlusconi. E intanto una regia di primi uomini – il Presidente Giorgio Napolitano, l’aspirante e ora effettivo capo del Governo Mario Monti, il benedicente cardinal Tarcisio Bertone, Segretario di Stato del Vaticano – ha messo in scena, come in un finale a sorpresa (per chi crede alle sorprese) l’epilogo salvifico.

facebook