Santa Sofia e la deriva identitaria


Sarantis Thanopulos, Il Manifesto

25 liuglio 2020

Erdogan, esponente di punta della “democrazia illiberale” (sempre meno democrazia e sempre più illiberale), detto “sultano” per la deriva autoritaria in cui sta trascinando il suo paese e per le sue ambizioni “geopolitiche”, ha deciso, di punto in bianco, di riportare Santa Sofia alla sua funzione religiosa.

Migranti LesboThe Indipendent
Traduzione di Francesca Del Giudice e  Leonardo Cavaliere
12 luglio 2017

"La mia speranza è morta da quando mi hanno portata qui", dice una madre curdo-siriana.
L'accordo per rallentare i passaggi di rifugiati dalla Turchia alla Grecia, dice Human Rights Watch (HRW), sta aumentando i tassi di suicidio e di autolesionismo nei campi di accoglienza, fatiscenti.

Alberto Negri, Il Sole 24 Ore
17 aprile 2017

Erdogan e l’Akp non avevano mai perso, in 15 anni di vittorie elettorali, nelle grandi città come Istanbul e Ankara: la Turchia dopo il voto appare divisa in due. «Il popolo turco non è tanto barbaro da meritare una costituzione del genere»:

Migranti Grecia IdomeniAnnalisa Camilli, Internazionale
17 marzo 2017

A un anno dall’accordo tra Unione europea e Turchia sui migranti stipulato il 18 marzo del 2016, Bruxelles sta facendo di tutto per non rimetterlo in discussione, nonostante abbia provocato una situazione umanitaria disastrosa in Grecia e nei Balcani. La Turchia, invece, minaccia di rivedere i termini dell’accordo.
Alberto Negri, Il Sole 24 Ore
2 gennaio 2017

Oltre una dozzina di sanguinosi attentati in un anno, l'assassinio in diretta dell'ambasciatore russo Karlov ad Ankara e adesso, nella notte di capodanno, la strage del Reina, uno dei locali della ex dolce vita sul Bosforo : la Turchia di Erdogan ha importato il terrorismo mediorientale e farà assai fatica a liberarsene.

facebook