ZeroViolenza

"Malaffare italiano, denaro europeo"

Corruzione e Grandi OpereLuca Manes, Zeroviolenza
18 giugno 2015

"Malaffare italiano, denaro europeo" è il titolo dell’ultima pubblicazione di Re:Common che ci accompagna in un viaggio nelle Grandi opere del Bel Paese finanziate dall'Unione Europea,  e spesso marchiate dalla corruzione e dalle infiltrazioni mafiose.
Sblocca ItaliaLuca Cardin, Zeroviolenza
18 giugno 2015

D. Il Decreto “Sblocca Italia” è stato approvato a settembre dello scorso anno. A distanza di otto mesi, qual'è il primo bilancio sui suoi effetti concreti?
R. Il Decreto sta già determinando effetti sotto vari punti di vista.
Per i progetti di perforazione in terraferma la procedura di valutazione di Impatto Ambientale è stata sottratta alla competenza delle regioni per trasferirla a partire dal primo aprile 2015 a Roma presso il Ministero dell'Ambiente.
psicoanalisi-massaCurzio Maltese, Il Venerdì
12 giugno 2015

Di che cosa parliamo davvero quando discutiamo del problema rom? Un problema rom in Italia, cifre alla mano, non dovrebbe neppure esistere. I rom in Europa sono 12 milioni e soltanto 120 mila, l'uno per cento, vive in Italia. ...

L'abuso dell'obiezione di coscienza nell'IVG

Magritte Dangerous LiasonsMaurizio Di Masi, Zeroviolenza
16 giugno 2015

Sempre più l'obiezione di coscienza viene utilizzata come strumento giuridico offensivo e antipluralista, vale a dire per limitare l'esercizio di diritti civili e libertà personali di minoranze o di soggetti in particolari situazioni di fragilità.

L'embrione non è una persona umana

Sole sul CavallettoGladio Gemma, Zeroviolenza
11 maggio 2015

Una tesi avanzata dagli antiabortisti (clericali) è costituita dalla equiparazione di embrione (e poi feto) e individuo nato ed avente piena natura di persona umana.
DiscriminazioneAssociazione 21 luglio
9 maggio 2015

Il 30 maggio 2015, con ordinanza della seconda sezione del Tribunale Civile di Roma, il Giudice ha riconosciuto "il carattere discriminatorio di natura indiretta della complessiva condotta di Roma Capitale […] che si concretizza nell'assegnazione degli alloggi del villaggio attrezzato La Barbuta", ordinando di conseguenza al Comune di Roma "la cessazione della suddetta condotta nel suo complesso, quale descritta in motivazione, e la rimozione dei relativi effetti".
DonneGianna Urizio*, Zeroviolenza
9 giugno 2015

Numeri che parlano da soli e che continuano a stupirci: il 31,5% delle donne in Italia nella loro vita ha subito o violenza fisica e/o sessuale, vale a dire 6milioni e 788mila donne. Lo stesso dato del 2006.

Storie di mafia e storie di libertà

MafieMarco Omizzolo, Zeroviolenza
4 giugno 2015

É intitolato "L'onere della prova. Stragi di mafia e politica" il nuovo libro di Davide Mattiello (Melampo editore), parlamentare del Partito Democratico e membro della Commissione Antimafia, contenente anche un saggio di Nando dalla Chiesa. Esponente storico di Libera, Mattiello è da sempre impegnato sui temi della lotta alle mafie e alle ingiustizie. E lo fa storicamente con coraggio, assumendosi la propria parte di responsabilità, senza timore di fare nomi e cognomi di coloro che hanno scelto la mafia come soprabito.

Banca mondiale, grandi opere e diritti umani

Banca mondiale e grandi opereLuca Manes, Zeroviolenza
3 giugno 2015

All'estero ha avuto una eco notevole ed è stata coperta in maniera più che adeguata dagli organi di stampa, mentre in Italia in pochissimi l'hanno ripresa. Ed è un peccato, perché l'inchiesta condotta dall'International Consortium of Investigative Journalists (ICIJ) in collaborazione con diverse testate internazionali ha squarciato definitivamente il velo sulle politiche e sulle azioni condotte dalla principale istituzione di sviluppo del Pianeta, la Banca mondiale.

Loro sono Rom, gli italiani sono vigliacchi

2001 odissea nello spazioMonica Pepe, Zeroviolenza
29 maggio 2015

Io vorrei far vivere una settimana sola in un campo Rom tutti gli italiani benpensanti che ogni volta che accade un fatto di cronaca che coinvolge i Rom partono con la caccia all'animale.
Vorrei far vivere in quelle condizioni in cui in maniera pietistica e ipocrita si dice che vivono i bambini Rom, come se gli adulti fossero alloggiati al Grand Hotel, e non fossero costretti allo stesso destino a cui costringeremmo noi i nostri figli nella stessa situazione, in un Paese che alla faccia della presenza del Vaticano, di politiche di integrazione non ne vuole sapere.

facebook