×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 62

AGGRESSIONE OMOFOBICHE

di Anita Sonego

Giacomo, uno studente del Collettivo Gay Statale, mentre affiggeva dei volantini, è stato minacciato ed aggredito verbalmente da un giovane con queste parole: “Attaccane un altro e ti ammazzo di botte. Per voi malati qui non c’è posto!”.

Nell’esprimere tutta la mia solidarietà a Giacomo mi impegno (quale candidata alle Regionali,  nella Lista della Federazione della Sinistra in Milano e Provincia) ad avere come OBIETTIVO PRINCIPALE l’istituzione di un OSSERVATORIO ANTIDISCRIMINAZIONE soprattutto nei riguardi del mondo lgbtq e perché la legislazione della Regione Lombardia si adegui alle normative europee per quanto riguarda i diritti all’uguaglianza e alla vivibilità di tutte/i.
In una regione dove, su istigazione della Lega e dei suoi alleati “devoti” della Casa delle Libertà si sgomberano, anche sotto la neve, bambini e famiglie inermi, dove ogni “diversità” è indicata come pericolosamente minacciosa, non dobbiamo farci impaurire!

Tutto il mondo LGBTQ  deve reagire politicamente aumentando le iniziative di visibilità e di relazione e informazione con la società tutta.

Le autorità accademiche, consapevoli del degrado culturale e morale che cresce anche all’interno di una istituzione un tempo luogo di umanità e diffusione di idee democratiche, DEVE prendere urgenti provvedimenti affinchè i giovani crescano coltivando il rispetto e la salvaguardia della dignità di tutti e di tutte.

“Soggettività Lesbica” - presidente della Libera Università delle Donne - Candidata al Consiglio regionale della Lombardia.
Altro in questa categoria: DA ALCUNI UOMINI ITALIANI »
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook