Commissioni parlamentari, un lavoro per maschi?

Ingenere
09 05 2013

Solo 3 donne scelte per presiedere le 29 commissioni permanenti di camera e senato. Al momento abbiamo Anna Finocchiaro (commissione Affari Costituzionali, senato), Emilia De Biase (Sanità, senato), Donatella Ferranti (Giustizia, camera). Mancano ancora le commissione bicamerali, Copasir e Vigilanza Rai, attese a breve. Ma per ora la presenza femminile ai vertici delle commissioni è appena sopra il 10%. Eppure la diciassettesima legislatura aveva aperto i battenti con la più alta percentuale di donne in parlamento nella storia della Repubblica: nella legislatura alle spalle era del 21% alla camera e del 19% al senato, adesso è rispettivamente del 28% e del 27% - ma siamo ancora lontani dal faro rappresentato dai paesi scandinavi che arrivano a percentuali femminili del 40% (dati aggiornati nella sezione Gender Equality della Commissione Ue). E mentre al governo abbiamo una percentuale di ministri donna del 33% - anche in questo caso la più alta della storia italiana -, nella lista dei viceministri e sottosegretari le donne sono solo al 20%.

Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook