×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 407

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 415

Le damas de blanco del Venezuela e la voglia di cambiare delle donne latinoamericane

Etichettato sotto

Corriere della Sera
20 03 2014

di Marta Serafini

 

Una delle foto simbolo delle proteste anti-chaviste che da oltre un mese infiammano il Venezuela è l’immagine di Lilian Tintori, vestita di bianco che stringe il pugno nella luce del sole. Lilian è la moglie di Leopoldo Lopez, esponente dell’opposizione, che è stato accusato dal governo di Maduro di terrorismo e omicidio. Lopez si trova in prigione da oltre un mese, mentre Lilian organizza marce di donne in suo nome al grido di #SosVenezuela.

Un’altra donna che è diventata simbolo della lotta è Maria Corina Machado (sopra nella foto), deputata di 46 anni dell’opposizione che ora rischia di finire sotto processo come Lopez e subisce ogni giorno pressioni e minacce di ogni tipo perché cessi la sua attività politica definita sovversiva.

Maria Corina e Lilian sono donne dell’alta e media borghesia che stanno marciando per tutto il paese indossando abiti di colore bianco in segno di pace. Dietro di loro, un fiume di manifestanti che richiama alla memoria le damas de blanco cubane o argentine.

Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook