×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 415

Ancora attacchi di Boko haram

Etichettato sotto

Internazionale
06 06 2014

Quarantacinque persone sono state uccise da uomini armati sospettati di appartenere a Boko haram alla periferia di Maiduguri, nel nordest della Nigeria. L’attacco, che ha avuto luogo la sera del 5 giugno nello stato di Borno, roccaforte del gruppo terroristico, aveva come obiettivo una folla di persone radunate per l’arrivo di un gruppo di predicatori.

Mallam Bunu, che è sopravvissuto all’attacco, ha raccontato: “Sono arrivati dicendo di essere venuti per fare un sermone, e quando quasi tutti gli abitanti del villaggio si erano radunati un gruppo di ribelli è saltato fuori dal nulla e ha aperto il fuoco sulla folla. Poi tutti sono scappati per mettersi in salvo”. Un altro sopravvissuto, Kallamu Bukar, ha confermato che gli individui erano travestiti da predicatori e ha aggiunto che gli uomini armati hanno anche dato fuoco a diverse case e negozi.

I predicatori itineranti sono comuni nel nord della Nigeria, a maggioranza musulmana, e i falsi religiosi avrebbero usato questo espediente per radunare più gente possibile.

Boko haram, che ha lanciato la sua rivolta nel 2009, sta moltiplicando gli attacchi, in particolare nel nordest del paese. L’ultima notizia di un massacro era arrivata poche ore prima dell’attentato a Maiduguri: un attacco contro quattro villaggi, sempre nello stato di Borno, avrebbe fatto centinaia di vittime. La notizia, che è ancora da confermare, ha tardato ad arrivare perché le linee telefoniche erano state interrotte. Dall’inizio dell’anno i terroristi di Boko haram hanno ucciso più di duemila persone.

Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook