Orgogliosa combattente (Elisabetta Rasy, Il Sole 24Ore)

Considerando l'impegno un bisogno di sopravvivenza etica e non solo una necessità delle circostanze, Nadine Gordimer continuò a porsi nella traiettoria di nuovi ostacoli: la posizione sbagliata del governo nero sudafricano sull'Aids, la corruzione del nuovo potere, le rinascenti forme di censura. ...
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook