Un ponte umanitario per Amerli. Ora l'Occidente deve mobilitarsi (Adriano Sofri, la Repubblica)

I difensori di Amerli sono strenui ma dotati di irrisorie armi leggere, e devono contare le munizioni. Dopo il forte pronunciamento delle Nazioni Unite di sabato, si fanno i conti delle forze necessarie ad assicurare un corridoio che permetta di evacuare almeno bambini e donne. ...
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook