×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 415

"Ho paura ma c'è bisogno di me". Le volontarie italiane in Iraq e Siria

Letto 1631 volte
Etichettato sotto

Corriere della Sera
05 09 2014

L'ultima a partire, due giorni fa, è stata Micol Alberizzi, 24 anni: è atterrata col buio ad Erbil, nel nord dell`Iraq, per supportare come operatrice umanitaria di Terre des Hommes i profughi iracheni in fuga dall`Isis.

Cosciente dei rischi, prudente, a dispetto della giovane età, preparata. Ma soprattutto, tra brutali decapitazioni, sequestri come quello delle volontarie italiane Greta Ramelli e Vanessa Marzullo in Siria, e violenze che scuotono l`opinione pubblica, molto coraggiosa.

«E' importante accantonare la paura e partire per dare supporto alle organizzazioni proprio adesso che l`emergenza è drammatica e molti volontari, visti i fatti di cronaca, spaventati si tirano indietro», dice con tono fermo. Non è eroismo, il suo, ma qualcosa di diverso. ...

Altro in questa categoria: Juncker raggiunge la "quota rosa" »
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook