Fermiamo la violenza in Tv, proteggiamo le nuove generazioni

La violenza in televisione8 novembre 2014

Mi chiamo Giorgio, cittadino indignato e scandalizzato per le continue violenze sulle donne contenute nei film messi in video dalle diverse tv private e Rai.

Da tempo e in diverse occasioni ho mandato mail di protesta e denunce ad emittenti tv, su come i palinsesti televisivi siano zeppi di filmati violenti, violenza sopratutto ai danni delle donne; non e' possibile assistere impotenti a continue violazioni per la mancata osservanza del codice di autoregolamentazione: scene di tortura, oscenità e scabrosità varie, che hanno per oggetto la donna, sono quasi all'ordine del giorno.

Fatta questa doverosa premessa ho da chiedervi di denunciare con forza questo perverso sistema che ci opprime e scandalizza, che danneggia sopratutto le nuove generazioni che possono involontariamente assistere a certe scene.

Quanta ipocrisia si vede all'intorno, nel mettere in prima pagina i tanti, purtroppo, femminicidi o pestaggi a donne e poi si mandano in onda film carichi di contenuti da far impallidire anche il piu' efferato serial killer.

Si alzi forte la voce, se potete, anche con azioni penali, avrete in me il piu' convinto sostenitore: come singolo cittadino, sono impotente se combatto da solo, ma se saremo molti “la musica” potrebbe cambiare. Per favore, facciamo qualcosa. Grazie.
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook