"Sì, a volte ho pianto, ma non mi fermerò mai"

Mannaia Saraceno, Cronache del Garantista
27 dicembre 2014

"È vero, ho strumentalizzato la morte di Stefano, ma non per sete di successo! L'ho fatto perché fino a cinque anni fa non sapevo, ad esempio, quale fosse la realtà delle carceri; come tante persone ne avevo sentito parlare distrattamente, ma avevo sempre pensato che in fondo fosse qualcosa che non mi avrebbe mai riguardato. Dopo quello che è successo a Stefano ho capito che non potevo più far finta di niente e che d'indifferenza si può morire." ...

Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook