×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 415

La foto dell'anno è contro l'omofobia. L'intimità di due gay in Russia

Huffington Post
12 02 2015

Jon ha 21 anni e Alex 25. Sono una coppia gay che vive a San Pietroburgo, in Russia. Il fotografo danese Mads Nissen li ha ritratti durante un momento intimo, e questo scatto di grande forza è la foto vincitrice del World Press Photo 2014. "È un momento storico per l'immagine...la foto vincente deve essere estetica per avere un impatto e deve avere potenziale per diventare iconica. Questa foto è esteticamente potente ed ha umanità", ha commentato il presidente della giuria del premio mondiale più importante di fotogiornalismo, Michele McNally, direttore della fotografia e assistente della direzione editoriale del New York Times.

La foto acquista ancora maggiore forza perché racconta un momento storico in cui la vita delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender è minacciata dal conservatorismo estremo e sempre più difficile in Russia, ancor più che nel resto del mondo.

Ogni anno il World Press Photo si conferma punto di riferimento per il fotogiornalismo. Sono i numeri a parlare: 5.692 fotoreporter, fotogiornalisti e fotografi documentaristi dislocati in 131 paesi che hanno inviato 97.912 immagini che raccontano il mondo e gli avvenimenti salienti recentemente vissuti: da Gaza all'Ucraina, dall'Ebola a Lampedusa, ma anche sport, ritratto e lifestyle.

Quest'anno i fotogiornalisti italiani premiati nelle diverse categorie sono parecchi: Michele Palazzi, Massimo Sestini, Gianfranco Tripodo, Paolo Verzone, Andy Rocchelli, Fulvio Bugani, Giovanni Troilo, Giulio Di Sturco, Paolo Marchetti.

Arianna Catania

Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook