Botte al clochard dopo il comizio di Salvini

Letto 1691 volte
Etichettato sotto

Popoff
02.03.2015

Roma, la denuncia a Popoff di un volontario: un ragazzo ospite di una casa famiglia è in ospedale pestato da quattro giovanissimi. Un senza dimora: «Che non lo sai? Sono stati i fascisti»

Dove sta Andrea? I volontari della casa famiglia lo hanno cercato con apprensione perché non era rientrato a dormire sabato notte finché Roberto, trentacinquenne calabrese che dorme sotto certi portici a Trastevere, ha gelato le speranze dei volontari: «Che non lo sai, l’hanno pestato i fascisti!». Andrea, 48 anni, ospite di una casa famiglia, adesso è al San Camillo dopo essere stato pestato sabato notte pare da quattro cinque ragazzi «molto giovani», come ha spiegato un altro testimone, un rumeno che dorme a Santa Maria in Trastevere. Andrea è in medicina d’urgenza con un trauma cranico facciale.

Probabilmente dovrà subire un’operazione. A Roberto il calabrese è andata meglio, gli aggressori hanno “solo” trafugato e buttato via tutti i suoi vestiti. E’ allarme tra le associazioni di volontariato romano dopo questo episodio avvenuto la sera in cui, per il centro della Capitale, scorazzavano gruppi di ragazzotti reduci probabilmente dalla kermesse di Salvini e dei suoi alleati di Casapound. Stasera, nei “giri dei panini” delle associazioni, continuerà il monitoraggio per appurare evntuali altre vittime dei raid.

Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook