#ParlamentoEuropeo: approvata la risoluzione #Tarabella.

Letto 3398 volte

Abbatto i muri
10 03 2015

Il parlamento europeo ha votato per la risoluzione Tarabella, che contiene passaggi circa l’eguaglianza tra i generi e i diritti sessuali, riproduttivi delle donne con facilità di accesso alla contraccezione e all’aborto. Già qualche tempo fa si provò a fare passare un testo del genere con la Risoluzione Estrela, bocciata anche perché la parte piddina e renziana (Sassoli, Costa, Toia, altr*), si era astenuta. Oggi pare invece che il Pd abbia votato a favore, non so con quale quantità e che nomi, ma la risoluzione è passata. Se qualcun@ ha i nomi esatti dei parlamentati italiani che hanno votato contro e a favore sarebbe gradito saperlo e anche segnalarlo.

Di fatto contro la risoluzione approvata oggi si era schierato, massicciamente, il solito embargo di organizzazione cattoliche che tra un impegno contro la fantomatica ideologia gender e un altro per impedire alle donne di usare contraccettivi e abortire sono sempre in prima linea contro qualunque segnale di progresso che elimini la discriminazione verso alcuni generi precisi.

Per rispondere alle richieste dei gruppi cattolici il PPE è riuscito comunque a fare passare un emendamento che lascerebbe competenza agli Stati (hanno emendato l’articolo 46). Ciò significa che in Italia i diritti riconosciuti dalla risoluzione li vedremo garantiti chissà quando. La parlamentare Silvia Costa, Pd, renziana, che si era astenuta per la votazione della risoluzione Estrela, pare invece che oggi abbia votato a favore proprio perché c’era questo emendamento capestro. Lo stesso dicasi per David Sassoli.

Brevemente, e attendendo altri aggiornamenti e altre news, intanto segnalo che QUI potete trovare il testo della risoluzione e QUI alcune precedenti ricostruzioni sulle opposizioni in movimento.



Brevemente, e attendendo altri aggiornamenti e altre news, intanto segnalo che QUI potete trovare il testo della risoluzione e QUI alcune ricostruzioni sulle opposizioni in movimento.

Altro in questa categoria: La parola alle Seconde Generazioni »
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook