La tentazione del sultano

La Turchia è in fibrillazione. Gli attacchi del Partito Fronte Rivoluzionario della Liberazione del Popolo (DhkpC) contro la magistratura e la polizia cercano di sfruttare l'indignazione. Indignazione, ancora assai viva, contro la repressione di Gezi Park e la mancata punizione dei poliziotti che si sono resi responsabili, nella circostanza, di condotte violente in ordine pubblico. Una mobilitazione, quella del giugno 2013, nata contro la cementificazione di uno dei polmoni verdi di Istanbul e che presto si era trasformata in aperto dissenso contro l'autoritarismo di Erdogan e l'islamizzazione dei costumi imposta dal suo governo.
Renzo Guolo, la Repubblica ...
Altro in questa categoria: "E se avessimo sbagliato i conti?" »
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook