Una violenta metafora della disuguaglianza che tutti noi accettiamo

Etichettato sotto

FameFrancesca Lazzarato, Il Manifesto
31 maggio 2015

Per­ché, sot­to­li­nea Mar­tín Capar­rós autore de La Fame, la vera madre degli affa­mati non è la povertà di molti, ma l'eccessiva e onni­po­tente ric­chezza di pochi, coloro che ogni tanto get­tano un sacco di grano ("il vec­chio trucco della carità") a milioni di per­sone inu­tili per­fino come mano d'opera a buon mer­cato: "i super­flui, quelli di troppo", gli effetti col­la­te­rali, i resi­dui che il capi­ta­li­smo si lascia die­tro: d'altronde, un geno­ci­dio troppo espli­cito non riu­sci­rebbe bene in televisione. ...

 

Ultima modifica il Martedì, 02 Giugno 2015 08:35
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook