La tragedia greca e la sovranità spodestata

Tragedia e CommediaGustavo Zagrebelsky, La Repubblica
28 luglio 2015

Si parla di fallimento dello Stato come di cosa ovvia. Oggi, è "quasi" toccato ai Greci, domani chissà. È un concetto sconvolgente, che contraddice le categorie del diritto pubblico formatesi intorno all'idea dello Stato. Esso poteva contrarre debiti che doveva onorare. Ma poteva farlo secondo la sostenibilità dei suoi conti. ...

Altro in questa categoria: Cocoricó, lo sballo ideologico »
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook