La discriminazione è sempre di moda tra i camerini di Hollywood

Letto 2746 volte

West
07 08 2015

Uomo, bianco e sicuro della sua mascolinità. È questo il protagonista tipico che Hollywood cerca per i suoi film.

A dirlo, un recente studio della School for Communication and Journalism Annenberg. Che ha condotto un’analisi completa delle discriminazioni subite all’interno del complicato mondo del cinema.

In base ai risultati, ottenuti analizzando circa 700 produzioni americane dal 2007 al 2014, solo l’11% è risultato equilibrato, ad esempio, nella distribuzione dei ruoli tra uomini e donne. Mentre gli artisti “non-bianchi” hanno ricoperto appena il 30% dei ruoli per i 100 film più visti nel 2014. E solo 19 attori LGB presenti nei cast. Nessuna traccia di transessuali.

Annalisa Lista

Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook