×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 415

"In Messico hanno ucciso la libertà"

Letto 3826 volte
La Stampa
07 08 2015

In un'intervista dello scorso primo luglio, il fotografo della rivista Proceso e dell'agenzia Cuarto Oscuro Ruben Espinosa aveva detto: "La morte ha scelto Veracruz come sua dimora e ha deciso di vivere lì".

Trenta giorni dopo, il 31 luglio, quella stessa morte ha trovato anche lui in un appartamento di Città del Messico, portandoselo via nudo e con un colpo di pistola alla testa.

Sembra che la morte non voglia vivere solo a Veracruz, ma in tutto il Pese, dove è stata invitata a farlo dall'impunità e la corruzione dilaganti, e dove ha ucciso più di 80 giornalisti negli ultimi dodici anni. ...
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook