Un primo passo per conquistare ciò che ci spetta

Etichettato sotto

Dinamo Press
28 09 2015

Manifestazione delle lavoratrici e del lavoratori della Cooperativa “Un sorriso” che incontrano l'Assessorato alle Politiche sociali. La mobilitazione costruita assieme alle Camere del Lavoro Autonomo e Precario.

Una prima importante mobilitazione, quella che ci ha visto protagonisti questa mattina. Dopo mesi di prestazioni lavorative non retribuite, abbiamo deciso di rompere il silenzio e di pretendere con forza i nostri diritti. Mentre il presidio si è svolto a partire dalle 10 e fino alle 13, una nostra delegazione è stata accolta dal Capo segreteria dell'Assessorato alle Politiche sociali, Mario De Luca, e da Ruggero Ferreri, dello staff dell'Assessora Francesca Danese.

Nell'incontro, durato circa due ore, abbiamo avuto modo di raccontare nel dettaglio le condizioni drammatiche nelle quali versano lavoratori, utenti e infrastrutture della Coopertativa “Un sorriso” e dei suoi diversi progetti: Sprar; “La Casa delle Mamme”; “Astra”; unità mobile. Non solo stipendi non pagati per 6-7 mesi, ma anche edifici fatiscenti, a volte privi di corrente e riscaldamento. Una storia che pochi conoscono, per quanto la Cooperativa “Un sorriso” abbia più volte, in questi mesi, conquistato gli “onori” delle cronache.

Mario De Luca e Ruggero Ferreri ci hanno illustrato lo stato dei pagamenti dell'amministrazione nei confronti della Cooperativa, chiarendo come spesso al saldo delle fatture non abbia fatto seguito il doveroso pagamento di lavoratrici e lavoratori. Hanno inoltre affermato la piena disponibilità dell'Assessorato a risolvere il problema. Per approfondire la situazione debitoria della Cooperativa, le inadempienze relative ai servizi, un nuovo incontro è stato fissato per lunedì 28 settembre alle ore 15. In quell'occasione sarà presente anche il Direttore di Direzione Accoglienza e Inclusione Antonio De Cinti.

La mobilitazione di oggi è stata solo un primo passo. Vogliamo arrivare fino in fondo, per avere ciò che ci spetta, ovvero le retribuzioni per il lavoro svolto, per il diritto degli utenti ad avere un'accoglienza degna all'interno di strutture efficienti.


Lavoratrici e lavoratori della Cooperativa “Un sorriso”

CLAP – Camere del Lavoro Autonomo e Precario

Altro in questa categoria: Gesuiti nello spazio »
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook