A qualcuna piace il calcio

A qualcuna piace il calcio
Venerdì 4 dicembre, ore 22.00
Brancaleone
Via Levanna, 11 - Roma

* PROIEZIONE del Documentario e della Web Serie A Qualcuna Piace il Calcio prodotta da Stanza 101
Artista: Silvia D'Orazi e Chiara Aliberti
https://www.facebook.com/aqualcunapiaceilcalcio/

* PROIEZIONE degli speciali "Calcio Femminile Popolare" con Atletico San Lorenzo e "Roller Derby" con She-Wolves Roller Derby Roma

* DIBATTITO SULLO SPORT FEMMINILE con:
- Chiara Aliberti e Silvia D'Orazi
- la presidente della RES ROMA Calcio Femminile Daniela de Cupi, il vicepresidente Carlo Biasotto e la calciatrice Eva Biasotto, protagonista della serie
- Silvia Amadei della squadra di Roller Derby "She-Wolves"

* MOSTRA FOTOGRAFICA: "Le Atlete del Pugilato" di Luigina Giovannini e "Derby Girls" di Michela Zedda

* SPAZIO INFORMATIVO Zeroviolenza

_________________________

DEEP OFF+INSTALLAZIONE by Rakele Tombini+PROIEZIONE WEB SERIE e DOCUMENTARI by Silvia D'Orazi e Chiara Aliberti+MOSTRA FOTOGRAFICA by Luigina Giovannini e Michela Zedda

Il Deep Off si svolgerà nella sala B-Side ...e dalla stessa si accede al Second Floor dove troverete la Sala Expo e Sala Cinema del Brancaleone con accesso riservato da via Levanna 11
INGRESSO € 2

FIRST FLOOR dalle 23.00 alle 05.00 Dj Set:
ENZO TRAINI (https://soundcloud.com/enzo-traini)
MARCO OHM (BassThard Records)
https://www.facebook.com/pages/Marco-Ohm/100319206727518

SECOND FLOOR dalle 22.00 alle 01.00 -SALA EXPO-SALA CINEMA-
Artista: Rakeke Tombini
INSTALLAZIONE TITOLO: GARBITCH

Artista: Silvia D'Orazi e Chiara Aliberti
Proiezione del documentario e della web serie "A Qualcuna Piace il Calcio"

Artista: Luigina Giovannini e Michela Zedda
Mostra fotografica "A Qualcuna Piace lo Sport"

INSTALLAZIONI + MOSTRA + DOCUMENTARIO
dalle 22.00 alle 01.00

Artista: Rakeke Tombini
TITOLO: GARBITCH

TECNICA: Installazione cite specific

Il lavoro che presenterò al BRANCALEONE in occasione del DEEP OFF sarà ironico e scherzosamente irreverente, in linea con il precedente lavoro "Be pop", ospitato nella stessa location. Lavorando sull'immaginario POP e sull'idea preconcetta di FEMMINILITà andrò a ricreare un micro ambiente la cui (non)protagonista sarà la bambola BARBIE. Con questo lavoro voglio far riferimento alla condizione della donna s-oggetto in mezzo a oggetti, voglio porre il dubbio sull'ambiguità del ruolo di vittima/carnefice, finzione/realtà. All'interno di questo scenario a tinte rosa lo spettatore è simbolicamente portato a familiarizzare con gli oggetti ma è anche invitato a porsi interrogativi.
Qual'è realmente il prodotto-merce?
E' la società che produce la Barbie o viceversa è la Barbie/donna a plasmare il suo contesto?


Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook