Campidoglio, cariche e idrante contro gli occupanti di case

Campidoglio manifestazione per la casaDinamoPress
12 maggio 2016

I movimenti di lotta per il diritto all'abitare romani hanno manifestato ieri davanti al Campidoglio. Da settimane, protestano contro la delibera truffa di Tronca (50/2016) che rischia di escludere dalla possibilità di ottenere un alloggio moltissime persone che negli ultimi anni si sono trovate costrette a occupare una casa.

Il Commissario, infatti, ha deciso di dimezzare i posti assegnati agli occupanti dal Piano straordinario dell'emergenza abitativa del Lazio approvato dalla Regione. In questo provvedimento, ottenuto sulla spinta delle mobilitazioni e delle occupazioni di case degli ultimi anni, vengono stanziati 197 milioni di euro per l'emergenza abitativa della Capitale e assegnati oltre 1.200 alloggi popolari.

Alcune migliaia di persone hanno risposto alla chiamata dei movimenti per il diritto all'abitare, riempiendo piazza del Campidoglio e chiedendo a gran voce un incontro con Tronca. Il Commissario, però, ha rifiutato qualsiasi dialogo, mandando avanti celere e idrante. Apparentemente senza alcun motivo, a un certo punto della manifestazione le forze dell'ordine hanno effettuato una violenta carica, sostenuta anche dall'utilizzo del mezzo blindato ad acqua.

Famiglie e bambini sono stati messi in fuga e inseguiti, anche sulle scale. Una donna è caduta, riportando delle ferite. Diversi feriti, compreso un fotografo che ha ricevuto una manganellata in faccia. Tre persone sono state ricoverate. Alle cariche sono seguiti dei tafferugli e il lancio di oggetti contro la polizia.

La manifestazione al Campidoglio era autorizzata. Nonostante ciò Tronca ha scelto di negare qualsiasi forma di interlocuzione con i movimenti. Questo comportamento conferma la linea di chiusura verso le diverse istanze sociali cittadine, contrastate con il pugno duro di chi sa di non dover rendere conto politicamente delle sue azioni. Dopo le cariche, i manifestanti sono partiti in corteo per le vie del centro, passando dal Circo Massimo e dirigendosi verso Bocca della Verità, mentre il traffico andava in tilt.

Intanto, diversi occupanti organizzati con Action continuano lo sciopero della fame iniziato nei giorni scorsi. E già si annunciano nuove proteste.

Ultima modifica il Venerdì, 13 Maggio 2016 12:35
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook