I 400 colpi. William Shakespeare, Sonetto n. 129

Pubblicato in Shakespeare 400 mobile
Letto 3943 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Amore e lussuriaI 400 colpi. William Shakespeare, l'eternità della parola

Sperpero di spirito in vergognoso scempio
è la lussuria in atto; e finché esso dura, lussuria

è spergiura, assassina, violenta, carica d'infamia,
selvaggia, estrema, brutale, crudele, sleale;

non appena goduta, subito disprezzata,
oltre ragion ambita e, non appena avuta,

oltre ragion odiata, come esca inghiottita
di proposito messa per render pazzo chi vi abbocca:

furiosa nel desìo e furiosa nel possesso,
sfrenata nel ricordo, nel godimento e brama;

delizia nell'orgasmo seguita da miseria,
un piacere ambito vestito d'illusione.

Il mondo ben conosce tutto questo, ma nessuno sa
sfuggir quel paradiso che guida a questo inferno.

§ § § § § § § § § § §

The expense of spirit in a waste of shame
Is lust in action; and till action, lust

Is perjured, murderous, bloody, full of blame,
Savage, extreme, rude, cruel, not to trust,

Enjoy'd no sooner but despised straight,
Past reason hunted, and no sooner had

Past reason hated, as a swallow'd bait
On purpose laid to make the taker mad;

Mad in pursuit and in possession so;
Had, having, and in quest to have, extreme;

A bliss in proof, and proved, a very woe;
Before, a joy proposed; behind, a dream.

All this the world well knows; yet none knows well
To shun the heaven that leads men to this hell. 

Ultima modifica il Lunedì, 11 Luglio 2016 08:39
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook