Stampa questa pagina

X Festival Internazionale della Zuppa di Roma

X Festival Internazionale della Zuppa di RomaDomenica 9 aprile 2017
Roma - Città dell'Utopia
Via Valeriano 3f, San Paolo, Roma

Programma
Facebook


Programma

dalle 10.00 - "ALLA RICERCA DELLA ZUPPA MISTERIOSA”, laboratorio di gioco e divertimento per bimbe/i di ogni età (a cura dell’Associazione Eduraduno)
- Apertura LUDOTECA ITINERANTE (costruire con le tavolette, disegnare con le calamite)
- “MINI-SELFIE dei 10 anni”, Angolo fotografie bimbi
Ore 12.00 - Apertura iscrizione delle zuppe in gara presso lo Zuppen Desk
- “DIVAGAZIONI” – clown, giocoleria e distrazione a cura de La Compagnia della Settimana Dopo
Ore 12.30 - Chiusura festosa della mattina con il LABORATORIO SAMBA PRECARIO e consegna delle fel-pe serigrafate
Ore 13.00 - Pranzo a cura della Biosteria dell'Utopia
Ore 15.00 - "VITA IN-ATTESA", performance a cura del Laboratorio Tertrale dell'Utopia
Ore 15.30 - Chiusura Zuppen Desk
Ore 15.45 - Concerto dei NO FUNNY STUFF (“musica fatta in casa” - country blues, ragtime, early swing, bluegrass e skiffle.)
Ore 16.00 - ASSAGGI ZUPPESCHI: GARA DELLE ZUPPE con ricchi premi e cotillón
Ore 17.00 - “THE SHAY STREET SHOW”, spettacolo di giocoleria e arte circense
Ore 17.30 - Premiazioni
Ore 18.00 - Festa di chiusura con FIMMENE FIMMENE (musiche e danze popolari del centro e sud italia)

Le origini del Festival Internazionale della Zuppa risiedono nella città di Lille, nel lontano 2001, ottenendo poi una grande diffusione in tutta Europa: Berlino, Cracovia, Barcellona, Madrid, Francoforte, Bologna e, grazie al Servizio Civile Internazionale, finalmente anche a Roma nel 2008 presso la Città dell'Utopia, nel cuore del quartiere San Paolo.

La zuppa è un piatto presente in tutte le tradizioni culinarie del mondo, quasi un filo conduttore che lega tra loro culture differenti senza però renderle uguali, anzi sottolineando la propria unicità. La zuppa è un piatto semplice e popolare, può essere preparata con gli ingredienti più umili e basilari e risultare comun-que unica e gustosissima: come una comunità in cui ciascuno apporta il suo contributo per il raggiungimen-to di un risultato comune, senza che nessuno prevarichi l'altro!

Per noi la zuppa è quindi un alimento che viene dal basso, per questo motivo non possiamo concepire il Festival senza un legame con il mondo e con i territori, con le loro resistenze e loro sfide. Due anni fa ci eravamo soffermati sul grande bluff di Expo, prima ancora sulla questione dell’acqua come diritto univer-sale a gestione pubblica. Lo scorso anno abbiamo dedicato il Festival a tutte quelle realtà associative e spazi sociali di Roma colpiti da ingiunzioni di sgombero, alcuni dei quali portati a termine, nonostante negli anni abbiano creato socialità, recuperato luoghi degradati dall’abbandono, promosso cultura e sport ac-cessibili a chiunque, continuando a rendere vivi i quartieri della città di Roma: una questione che ancora oggi rischia di cancellare il patrimonio sociale e culturale della città.

La decima edizione del Festival della Zuppa vuole essere dedicata e sostenere il movimento globale “Non una di meno”. Crediamo che l'autodeterminazione femminile sia uno strumento fondamentale per porre fine a discriminazione, violenza e ingiustizia di genere. In una società chiusa e bigotta in cui la violenza sulle donne assume forme strutturali (sul lavoro, nella sanità, nell'istruzione, …), vogliamo contribuire all’apertura di uno spazio libero in cui sia possibile rivoluzionare relazioni e dinamiche di genere, anche at-traverso giornate come questa. Ci rivolgiamo quindi a tutte quelle realtà sociali che operano per una tra-sformazione della società nell'ottica dell'autodeterminazione femminile, che l'8 marzo hanno gridato a gran voce “Non una di meno!”, e le invitiamo a gareggiare al contest zuppesco, a raccontarsi e a portare tutta la loro ricchezza.

Anche quest'anno i temi del riuso e del riciclo saranno fondamentali, messi in pratica attraverso l'utilizzo di bibite alla spina e acqua gratis per ridurre gli imballaggi e una raccolta differenziata ben impostata.

Il Festival Internazionale della Zuppa di Roma è un evento a cui possono partecipare tutti: associazioni, collettivi, famiglie e singoli cittadini. Vi aspettiamo, sia come assaggiatori, che come cuochi!

I cuochi partecipanti si contenderanno quattro premi molto ambiti: il mestolo d'oro, il mestolo d'argento, il cucchiaio di legno e il premio del riciclo assegnato dalla giuria bambini. Inoltre le zuppe in gara potranno creare dei “Network Zuppeschi”, ovvero dei gruppi di zuppe che si coalizzeranno per vincere il premio “N”.
Ad arricchire la giornata ci saranno concerti, artisti di strada, laboratori per tutte le età, spettacoli di teatro, giochi per grandi e piccini.

#ZuppeDiOgniGenere

Per informazioni e pre-iscrizioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
La Città dell'Utopia
(Via Valeriano 3f, Metro B San Paolo, Roma)
FB: Festival Internazionale della Zuppa di Roma
FB2: La Città dell’Utopia


PROGRAMMA WORK IN PROGRESS:

dalle 10.00 - "ALLA RICERCA DELLA ZUPPA MISTERIOSA”, laboratorio di gioco e divertimento per bimbe/i di ogni età (a cura dell’Associazione Eduraduno)
- Apertura LUDOTECA ITINERANTE (costruire con le tavolette, disegnare con le calamite)
- “MINI-SELFIE dei 10 anni”, Angolo fotografie bimbi
Ore 12.00 - Apertura iscrizione delle zuppe in gara presso lo Zuppen Desk
- “DIVAGAZIONI” – clown, giocoleria e distrazione a cura de La Compagnia della Settimana Dopo
Ore 12.30 - Chiusura festosa della mattina con il LABORATORIO SAMBA PRECARIO e consegna delle fel-pe serigrafate
Ore 13.00 - Pranzo a cura della Biosteria dell'Utopia
Ore 15.00 - "VITA IN-ATTESA", performance a cura del Laboratorio Tertrale dell'Utopia
Ore 15.30 - Chiusura Zuppen Desk
Ore 15.45 - Concerto dei NO FUNNY STUFF (“musica fatta in casa” - country blues, ragtime, early swing, bluegrass e skiffle.)
Ore 16.00 - ASSAGGI ZUPPESCHI: GARA DELLE ZUPPE con ricchi premi e cotillón
Ore 17.00 - “THE SHAY STREET SHOW”, spettacolo di giocoleria e arte circense
Ore 17.30 - Premiazioni
Ore 18.00 - Festa di chiusura con FIMMENE FIMMENE (musiche e danze popolari del centro e sud italia)

Devi effettuare il login per inviare commenti