×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 407

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 415

L'Articolo

Emiliano Liuzzi, Il Fatto Quotidiano
27 gennaio 2014

Quando si parla di fobie il primo spartiacque degli specialisti è catalogarle per sesso: la paura di volare è più comune nelle donne, quella di morire è invece più frequente negli uomini, l'ansia da prestazione è di pertinenza esclusivamente maschile, la paura dei ragni soprattutto questione femminile. ...

Siamo tutti madri

  • Gen 24, 2014
  • Da
Marino Niola, La Repubblica
24 gennaio 2014

"Le statistiche dicono che ogni quattro secondi una donna mette al mondo un bambino. Il problema è trovare quella donna e fermarla". La folgorante battuta è del comico inglese Henny Youngman. Oggi però trovare quella donna non basta più, perché a fare figli ci si sono messi in tanti. Uomini compresi. ...
Stefano Montefiori, Corriere della Sera
22 gennaio 2014

Conquiste sociali contro "età della pietra". Non ha fatto ricorso a troppa diplomazia Marisol Touraine, ministro francese degli Affari sociali e della Sanità, quando ieri ha duramente criticato il progetto di legge spagnolo che punta a limitare il ricorso all'interruzione di gravidanza. ...
Yasmine Ergas, Ingenere.it
9 gennaio 2014

Sex worker o vittime? Nella discussione sulla prostituzione, si ripropongono in forma nuova domande cruciali: il sesso - ma anche la gravidanza, così come il lavoro di cura - si possono considerare lavori, e dunque trattare come oggetti di scambio? E le vecchie categorie di contratto e status sono sufficienti a regolare le enormi novità in fatto di famiglia, costume, società, stili di vita? Dove tracciare la riga tra lavoro ed essere?
Teresa Ciabatti, Io Donna
14 dicembre 2013

"Saltare nelle pozzanghere di fango" dice mia figlia a due anni. A soli due anni questa bambina non solo conosce il concetto di pozzanghera, ma anche di fango. E non è finita: senza che nessuno gliel'abbia spiegato sa già che i dentini cadono e che arriverà la fata a prenderli ...
Monica Pepe
25 novembre 2013

Inconscio collettivo e politica della violenza, storie personali e contesti sociali: ecco i quattro cantoni del grande gioco della vita e chi sta in mezzo siamo noi.
La violenza sulle donne è sempre stata l'ombra lunga dell'inconscio collettivo, oggi però dalla violenza si è passati al femminicidio e dalla vergogna sociale delle donne alla spettacolarizzazione del fatto che vengano uccise.

Abbatto i Muri
30 ottobre 2013

Confesso che di Renzi non so molto. Figurarsi che l'altro giorno su twitter si scherzava e c'era qualcun@ che pensava alla Leopolda ci fosse la sfilata di Miss Italia. Gente che eleggi senza proporzionale e con il maggioritario secco, of course.

Angela Azzaro, Gli Altri
18 ottobre 2013

La sfida era altissima: parlare della violenza sulle donne, senza cadere nel vittimismo, ma puntando sulla soggettività e sulla libertà.

Grazie Lampedusa

  • Ott 05, 2013
  • Da

Cinzia Sciuto
4 ottobre 2013

Se c'è un luogo in Italia (in Europa) dove il razzismo sarebbe, se non giustificabile, quanto meno comprensibile, quello è Lampedusa.

Se c'è un posto in Italia (in Europa) dove la parola "invasione" avrebbe senso, quello è Lampedusa.

Ragazzi da sbarco

  • Ott 01, 2013
  • Da
Ilaria Sesana, Corriere Immigrazione
30 settembre 2013

Sono quasi tremila i bambini e i ragazzi soli arrivati in questi mesi sulle coste italiane. Ma l'accoglienza nei loro confronti rimane inadeguata e carente.
Ci sono sensazioni che un bambino non dovrebbe mai provare.

facebook

Zeroviolenza è un progetto di informazione indipendente che legge le dinamiche sociali ed economiche attraverso la relazione tra uomini e donne e tra generazioni differenti.

leggi di più

 Creative Commons // Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Gli articoli contenuti in questo sito, qualora non diversamente specificato, sono sotto la licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Italia (CC BY-NC-ND 3.0)