L'Articolo

Globalist
30 maggio 2013

Il Tg2 si è sbrigato a correre ai ripari. Dopo il servizo offensivo denunciato da Globalist, ha cambiato strada, facendo un servizio più oculato, attento alla verità storica, che citava lo stupro fascista soprattutto. E senza riferimenti all'avvenenza di Franca suggestivamente messa in rapporto con la feroce violenza. ...
Monica Pepe, Micromega
28 maggio 2013

Come un bolide da corsa la violenza irrompe ormai senza controllo nel circuito della famiglia globale, quando e come vuole.
Siamo impotenti di fronte alla violenza di un ragazzo di 16 anni che uccide la ragazza di 15 anni prima con un coltello e poi dandole fuoco.
Cinzia Sciuto
7 maggio 2013

"Zia, perché Sofia piange?", "Non ne ho la minima idea", "Ma tu sei sua madre!". Persino il mio nipotino di 5 anni è convinto che una madre non possa non sapere perché il figlio appena nato pianga. ...
Il Grande Colibrì
30 aprile 2013

"Sono nato nel nord del Kosovo, nel 1983. Mia madre era una contadina, allevava mucche, pecore e galline, vendeva latte e formaggi. Mio padre, invece, aveva un negozio di alimentari". Una vita di sacrifici, ma tranquilla, almeno fino a metà degli anni '80. ...
Michela Murgia, La Nuova Sardegna
20 aprile 2013

Femminicidio è dolore e morte. Ma le tante storie personali delle donne vittime della violenza diventano anche il territorio su cui si scontrano le opinioni, i luoghi comuni della sociologia da salotto – o da bar –, il racconto della cronaca ad effetto, le prese di posizione inamovibili e una mentalità arcaica che trova nella moderna società dei consumi ragioni contorte per continuare a schiacciare le donne, i deboli e i marginali.
Giulia Siviero, Il Manifesto
15 aprile 2013

Nel novembre del 1972, in America, venne pubblicato un album che voleva sovvertire uno stereotipo molto diffuso e persistente: che esistono cose da maschi che le femmine non possono fare, che esistono cose da femmine che è vergognoso che i maschi facciano. Il disco si intitolava Free To Be…You and Me
Annamaria Rivera, Micromega
8 aprile 2013

Giusto alla vigilia della Giornata internazionale dei rom, sinti e camminanti, qualcuno – qualcuna, in tal caso – probabilmente ignara della ricorrenza, lancia una delle consuete sparate razziste ai loro danni. Solo che questa volta non si tratta del solito Alemanno, né del leghista o neonazista di turno, bensì di una dirigente regionale del Pd, Cristiana Alicata.
Daniela Amenta, L'Unità
23 marzo 2013

Nel loro piccolo anche le cittadine non elette si inca**ano. Tutta colpa di un vecchio post di Beppe Grillo spuntato dal pozzo nero della Rete e datato agosto 2006. Tra il serio, il faceto e il talebano il leader Cinque Stelle commentava sul suo blog "Il nuovo femminismo" e la tragedia dello stupro come in un monologo ilare da portare a teatro. ...
Adriana Terzo, GiULiA
18 marzo 2013

Marilena Ciofalo è la 55a donna uccisa dall'inizio del 2013 all'interno di una relazione intima, colpita a morte nel sonno da due colpi di pistola perché, probabilmente, aveva scelto di cambiare partner. Ammazzata, dunque, perché - ancora una volta - percepita non come una donna libera di affermare le proprie aspirazioni, ma come una cosa di proprietà privata. ...

Padri e padroni

  • Mar 15, 2013
  • Da
Monica Pepe, MicroMega
14 marzo 2013

Nella Sardegna degli anni quaranta Gavino Ledda, a 6 anni abbandona la scuola dopo due mesi di banco per aiutare il padre a governare il gregge nei pascoli di Baddhevrùstana. Cresce nell'isolamento dalla civiltà e dai contatti umani. Solo il militare a 21 anni gli permetterà di fuggire dal rapporto di schiavitù che lo legava al padre. ...

facebook

Zeroviolenza è un progetto di informazione indipendente che legge le dinamiche sociali ed economiche attraverso la relazione tra uomini e donne e tra generazioni differenti.

leggi di più

 Creative Commons // Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Gli articoli contenuti in questo sito, qualora non diversamente specificato, sono sotto la licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Italia (CC BY-NC-ND 3.0)