IL MANIFESTO

L'Onu: "Non criminalizzate chi salva vite umane"

Migranti Mediterraneo EuropaFrancesco Martone, Il Manifesto
10 maggio 2017

"Davvero non capisco perché politici in Francia, Ungheria ed Italia cercano di mettere in cattiva luce il lavoro di difensori dei diritti umani, di quelle persone che cercano di salvare vite, ed invece vengono accusate di essere nemici dello stato. Faccio un appello a tutti i politici affinché smettano di fare tali affermazioni".
Giustizia per Nian MaguetteRachele Gonnelli, Il Manifesto
9 maggio 2017

È stato un infarto a uccidere Nian Maguette, il venditore ambulante senegalese di 54 anni morto mercoledì scorso sul marciapiede del Lungotevere davanti all'isola Tiberina nel blitz "per il decoro" dei vigili urbani. È questo il risultato finale degli esami autoptici effettuati dai medici legali dell’università La Sapienza.

Nian Maguette, migrante senegalese morto di decoro

Nian Maguette Polizia MigrantiMario Di Vito e Rachele Gonnelli, Il Manifesto
4 maggio 2017

Si può morire di decoro, crollando a terra a pochi passi dal Lungotevere e dalle vetrine di design. Si può morire in uno sbocco di sangue dopo aver passato ore e ore trascinandosi dietro un borsone nero pieno di finte pochette di marca a nascondersi dai vigili urbani della squadra dei Falchi, mobilitati per la prima grande retata anti ambulanti dell'era Minniti lanciata ieri mattina nel cuore di Roma
Polizia Migranti MilanoLuca Fazio, Il Manifesto
3 maggio 2017

La città di Milano, su iniziativa della giunta incolore a trazione renziana di Beppe Sala, con particolare dedizione dell’assessore diversamente piddino Pierfrancesco Majorino, sta organizzando una grande manifestazione per l'accoglienza dei migranti prevista per il 20 maggio. Milano come Barcellona (ma senza Ada Colau).
Non è una battuta.
Fake News migrantiRachele Gonnelli, Il Manifesto
28 aprile 2017

Nessuna prova, ma la narrazione tossica delle organizzazioni umanitarie trasformate in "taxi" dai trafficanti di esseri umani continua a farsi largo. Il bostoniano Dan Dennett, uno dei più importanti filosofi cognitivi viventi, che molto ha da dire sul meccanismo delle fake news, lo definirebbe "un meme aggressivo". Per destrutturarlo bisogna trovarne la fonte o le fonti.

Un Piano Marshall per la terra

Terra e AmbienteAngelo Mastrandrea, Il Manifesto
23 aprile 2017

Guardiamo alla salute del pianeta, ma pure a quella di chi lo abita, sembra dire Carlo Petrini, un una singolare sintonia con papa Francesco. Solo se si guarda al problema da questa prospettiva si potrà avere uno sguardo più ampio che consenta di connettere questioni che nell’agenda politica sono rigorosamente separate: i cambiamenti climatici, la produzione alimentare e le migrazioni, ad esempio.

Orfani di femminicidio, la legge subito

Bambini femminicidioRachele Gonnelli, Il Manifesto
21 aprile 2017

Bambini e minori che hanno assistito alle violenze domestiche anche per anni e spesso si trovano ad essere testimoni dell’atto finale, il padre o il compagno della madre che la uccide. Il dopo resta al momento un pozzo oscuro, una situazione kafkiana che si sovrappone al lutto e allo shock,
Stefano CucchiEleonora Martini, Il Manifesto
20 aprile 2017

L'annullamento delle assoluzioni dei cinque medici dell'Ospedale Pertini dove Stefano Cucchi morì il 22 ottobre 2009 è arrivato appena il giorno prima della prescrizione del reato di omicidio colposo contestata ai sanitari. «Sono passati 7 anni, 5 mesi e 28 giorni dalla morte di Stefano Cucchi.
Pubblicità SessismoAnnamaria Arlotta, Il Manifesto
19 aprile 2017

Quando si pensa alla pubblicità sessista vengono in mente donne in pose provocanti e doppi sensi squallidi. "Te la do gratis/ perché pagarla di più/ tu dove glielo metteresti/ montami a casa tua" e simili, ricorrenti slogan.
O si immaginano pezzi di corpi femminili associati a prodotti, per esempio le bocce da bowling di una ditta di Messina, o dei grandi hamburger di un locale di ristorazione, sovrapposti ai seni.
SurrealismoGaetano Azzariti, Il Manifesto
13 aprile 2017

La riduzione delle garanzie processuali per i richiedenti asilo contrasta con la nostra tradizione giuridica e costituzionale. Se, come si sostiene dalle parti del Governo, il decreto Minniti-Orlando è di sinistra, esso ne riflette lo stato confusionale.

facebook