Cie Ponte GaleriaAnnalisa Camilli, Internazionale
1 marzo 2017

Marisol è una baby-sitter di origine cubana, una donna sulla sessantina che parla l'italiano con un'inflessione dolce e si disegna le sopracciglia con una matita. Faceva le pulizie e si occupava dei bambini per una famiglia di Milano, senza contratto, per sei euro all'ora. È rinchiusa da due mesi nel Centro di identificazione ed espulsione (Cie) di Ponte Galeria, a Roma.

Morire di carcere

  • Martedì, 13 Dicembre 2016 12:32 ,
  • Pubblicato in DINAMO PRESS
Morire di carcereGaetano De Monte, DinamoPress
12 dicembre 2016

L'ultimo decesso è avvenuto il 5 dicembre, nel carcere di Cagliari. L'uomo si chiamava Igor Diana. Aveva 28 anni e dallo scorso maggio - accusato di aver ucciso i genitori adottivi - stava scontando la pena dell'ergastolo nel carcere dell'isola sarda. Ed è lì, in cella, che si è suicidato, impiccandosi.

Donne migranti, voci dal Cie

  • Martedì, 13 Dicembre 2016 07:50 ,
  • Pubblicato in INGENERE
Ragazze Nigeria Ponte GaleriaFrancesca Esposito, Ingenere
12 dicembre 2016

Sono passati tre anni e due mesi dal tragico naufragio a poche miglia dall'isola di Lampedusa nel quale circa 400 persone hanno perso la vita mentre tentavano di raggiungere la "fortezza Europa". Una "fortezza" che, attraverso politiche di controllo della mobilità e moltiplicazione delle frontiere, continua incessantemente a mietere vittime.
CarcereSusanna Marietti, Il Fatto Quotidiano
28 novembre 2016
 
Il 27 ottobre scorso tre uomini sono evasi dal penitenziario romano di Rebibbia Nuovo Complesso. Ancora non sono stati rintracciati. Si capirà un giorno la dinamica esatta della fuga.
Nel frattempo, l'amministrazione penitenziaria ha preso una serie di provvedimenti restrittivi riguardanti la gestione dell'istituto e degli altri detenuti che si trovano in quel carcere.
Sovraffollamento CarceriIrene Maria Scalise, Repubblica.it
28 luglio 2016

Sono 54.070 detenuti e 18.900 i "presunti innocenti". Il 33,3% sono stranieri. Il 56,2% dei detenuti condannati deve scontare una pena breve facilmente sostituibile con una misura diversa dal carcere.
La popolazione carceraria torna a crescere. Lo dice l'associazione Antigone, che da sempre si batte per i diritti nelle carceri.

facebook