In Turchia un uomo solo al comando

  • Lunedì, 09 Novembre 2015 12:30 ,
  • Pubblicato in Flash news

Left
07 11 2015

Al quartier generale del Partito democratico del popolo (Hdp) di Istanbul, la delusione nell'osservare i risultati delle elezioni politiche in Turchia è massima. "Non ce la sentiamo di dire
nulla finché non riusciremo a capire cosa sta accadendo", sussurra Haluk Agabeyoglu, responsabile comunicazione in seno al partito della sinistra filo-curda, tra una telefonata nervosa e l'altra. ...

Nicola Zolin

Il volto spietato della Turchia di Erdogan

  • Giovedì, 05 Novembre 2015 09:08 ,
  • Pubblicato in ZeroViolenza
Democrazia in TurchiaMarco Omizzolo, Zeroviolenza
5 novembre 2015

La Turchia è tra i paesi più esposti a svolte autoritarie del mondo, la cui definitiva conversione verso un truce autoritarismo, peraltro in corso da anni, determinerebbe conseguenze gravissime per la sua popolazione e gli equilibri già precari dell'intera area.

"Difficile dare vita ad un'opposizione"

  • Sabato, 31 Ottobre 2015 08:16 ,
  • Pubblicato in L'Intervista
Elezioni HDP TurchiaFazila Mat, Il Manifesto
31 ottobre 2015

Nazan Ostiindag è una sociologa, docente universitaria e fa parte dell'"Iniziativa della donne per la pace".
Che tipo di clima si respira nel Paese alla vigilia delle elezioni?
Non sono elezioni che suscitano entusiasmo. ...

Rischiatutto Turchia

  • Venerdì, 30 Ottobre 2015 10:13 ,
  • Pubblicato in L'Analisi
Elezioni TurchiaRoberta Zunini, L'Espresso
30 ottobre 2015

Se vince Erdogan diventa Sultano. Se perde, governo di coalizione. Comunque vada, scenari inquietanti. Compreso quello della guerra civile. ...

Quando il "sultano" era buono e anti-regime

  • Giovedì, 29 Ottobre 2015 12:09 ,
  • Pubblicato in Flash news
Il Fatto Quotidiano
29 10 2015

Ci sono due Erdogan. Quello che abbiamo visto fino al 2011 e quello dal 2011 ad oggi" dice Baris, 30enne curdo che lavora in un hotel a Sultanahmet. Per moltilo spartiacque nella politica di Recep Tayyp Erdogan si identifica, piuttosto, con la repressione delle proteste di Gezi Park del 2013.
Anche Ahmet è curdo. Ha i capelli neri e lo sguardo vivace. Ammette di aver votato Erdogan in passato ma oggi sostiene l'Hdp, il partito filo-curdo. Sialui che Baris sono di sinistra. ...

Marco Barbonaglia

facebook