×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 415

Regno Unito: Londra, rimossi gli spuntoni contro i senzatetto

  • Mercoledì, 18 Giugno 2014 07:18 ,
  • Pubblicato in Flash news

Atlas web
18 06 2014

Le forti proteste scoppiate a Londra dopo l’installazione all’ingresso di un edificio di alcuni spuntoni per evitare lo stazionamento dei senzatetto hanno portato alla loro rimozione.regnounito spuntoni

Lo riporta la televisione britannica Bbc, che cita alcune autorità locali del quartiere di Southwark.

Da poco più di una settimana era iniziata a circolare sulla rete una petizione contro questi “spikes”, spuntoni di metallo installati accanto alla porta d’ingresso della palazzina per impedire ai senzatetto di passarci la notte.

Anche altri edifici hanno imitato questa iniziativa. La catena di supermercati Tesco ha annunciato la rimozione degli spuntoni dalle sue filiali.

In meno di una settimana sono state raccolte 130 mila firme contro la misura, definita “disumana” dai promotori della campagna. Le stesse autorità di quartiere hanno sottolineato che i senzatetto vanno trattati con dignità e rispetto, e non con misure dissuasive come gli spikes.

Atlas web
10 06 2014

Il sequestro di duecento ragazze nigeriane e recenti macabri omicidi di donne stanno aumentando la pressione sulla comunità internazionale affinché questa settimana al vertice mondiale di Londra si compiano passi concreti per punire i responsabili delle violenze sessuali.

Invitati dall’attrice statunitense Angelina Jolie e dal ministro degli Esteri britannico William Hague, ministri, autorità giudiziarie e militari e operatori umanitari di 150 paesi prenderanno parte al primo summit mondiale per la fine della violenza sessuale nei conflitti.nigeriaragazzerapite2

Il vertice, che avrà luogo dal 10 al 13 giugno, arriva dopo una serie di casi traumatici contro le donne, come il rapimento di duecento studentesse per mano del gruppo armato Boko Haram, la lapidazione di una donna incinta in Pakistan in un “delitto d’onore” e lo stupro ed omicidio in gruppo di due adolescenti indiane che sono state impiccate ad un albero.

In un’intervista a Sky, Hague ha detto che troppo spesso coloro che commettono questi crimini non vengono portati davanti alla giustizia. Pertanto, l’intenzione del vertice è formulare il primo protocollo internazionale su come documentare e indagare i casi di violenza sessuale in contesti di conflitto.

“Si tratta di un problema che si è aggravato negli ultimi decenni, e questo è totalmente inaccettabile nel XXI secolo”, ha aggiunto.

La conferenza, alla quale assisteranno 1.200 persone, tra cui il segretario di stato statunitense John Kerry, sarà presieduta da Hague e Jolie, inviata speciale dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr).

Il vertice giunge un anno dopo che Hague e Jolie lanciassero una dichiarazione di impegno che ha promesso di porre fine all’impunità, promuovere la responsabilità, fornire giustizia e sicurezza alle vittime di crimini sessuali.

Finora sono circa 150 i paesi che hanno firmato questa dichiarazione, che chiede fondi per far fronte alla violenza e aiutare i sopravvissuti, migliorare la raccolta dei dati e delle prove per svolgere un’azione legale, e il divieto di amnistia per violenze sessuali in accordi di pace .

La Stampa
05 06 2014

È accaduto in alcuni ospedali inglesi. Somministrato via flebo un medicinale nutrizionale che si è rivelato mortale.

Un neonato è morto e 14 lottano per la vita dopo che in alcuni ospedali inglesi è stato loro somministrato via flebo un farmaco nutrizionale che si è rivelato letale. Conteneva infatti un batterio che ha scatenato nei prematuri, che ricevevano alimentazione assistita nei reparti di neonatologia, una grave forma di setticemia.

Il piccolo è deceduto domenica al St. Thomas Hospital di Londra. È stata immediatamente sospesa la somministrazione e l’autorità sanitaria inglese, ha avviato una inchiesta.

La ditta produttrice è la Iht Pharma, con sede a Londra, che si è detta profondamente rammaricata per l’accaduto e pronta a collaborare. Secondo il Daily Telegraph, è stata avviata una indagine su un incidente, una probabile contaminazione, che sarebbe avvenuta la settimana scorsa negli stabilimenti della Ith.

Il batterio `killer´ è il `Bacillus cereus´, che contamina frequentemente alimenti a base di riso, e occasionalmente pasta, carne e vegetali, prodotti lattiero-caseari.

L'elemosina per abortire a Londra. Nuova protesta delle spagnole

  • Mercoledì, 26 Febbraio 2014 09:27 ,
  • Pubblicato in INGENERE

GiULiA
26 02 2014

Le donne spagnole ne mettono a segno un'altra. La variegata protesta contro la proposta del governo spagnolo di cancellare l'aborto legale ha assunto anche la forma di un'elemosina collettiva simbolica. Per raccogliere i soldi necessari per comprare un volo, e andare ad abortire a Londra. Circa 150 donne si sono incontrate nel centro della città basca di Vitoria (Gasteiz in basco), nella provincia di Álava, e si sono messe, cartello in mano, ai bordi della strada a chiedere monete ai passanti e mettere così insieme la crifra necessaria per poter accedere a un aborto legale e sicuro, ma all'estero. E dopo la "raccolta di fondi" in strada le donne hanno portato i cartelli davanti alla sede del Partito Popolare. La notizia è stata diffusa dal giornale locale Noticias de Álava, ed è circolata su twitter con l'ashtag #AbortoLibre via l'account @mybellyismine (di cui c'è anche un gruppo su facebook).

Huffington Post
20 12 2013

La balconata dell'Apollo Theatre nel cuore di Londra è crollata e diverse persone sono rimaste intrappolate sotto i detriti. Secondo i vigili del fuoco si contano tra i 20 e i 40 feriti, ma tutte le persone intrappolate sotto i detriti sono state estratte e sono in salvo.

La polizia riferisce che nel teatro sulla Shaftesbury Avenue (a poche centinaia di metri da Piccadilly Circus) una parte del soffitto (o della balconata) è crollata mentre era in corso una rappresentazione. "Siamo a conoscenza di un certo numero di vittima ma non sappiamo al momento quante siano", ha dichiarato un portavoce di Scotland Yard.

Le operazioni di soccorso sono in corso. Sul posto sono arrivati 8 mezzi dei vigili del fuoco che si stanno facendo strada tra i detriti della balconata al di sotto dei quali alcuni spettatori sono rimasti intrappolati. Nel teatro era in corso la rappresentazione de "Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte" tratto dal romanzo di Mark Haddon del 2003.

La polizia è stata chiamata nel teatro intorno alle 20.15 ora locale (le 21.15 in Italia). Secondo le prime segnalazioni, sarebbe crollata una parte del soffitto. Il teatro Apollo si trova in Shaftsbury Avenue, nel quartiere centrale di SoHo. Una testimone ha raccontato all'emittente di aver sentito un rumore di qualcosa che si spezzava prima del crollo.

"L'intera cupola del tetto è venuta giù sul pubblico proprio davanti a noi", ha raccontato alla Bbc una spettatrice, Amy Lecoz. "Noi eravamo protetti dalla galleria sopra di noi e siamo corsi via. La gente ha cominciato a urlare. Pensavamo che fosse acqua... Pensavamo che fosse una parte dello spettacolo. Ho afferrato i miei bambini e siamo corsi via".

Per il momento non è chiaro se sia crollato il tetto, il soffitto o il balcone. Testimoni hanno riferito ai media britannici che il teatro era pieno di spettatori arrivati per vedere lo spettacolo, basato su un romanzo di Mark Haddon. "In un istante, tutto il tetto è collassato", ha raccontato un uomo alla Bbc.

Il teatro Apollo fu costruito nel 1901 e ha 775 posti. Sul suo sito si legge che il balcone è uno dei più ripidi di Londra, quindi "chi ha problemi con le altezze dovrebbe evitarlo". Intorno alle 19 ora locale Londra era stata colpita da un forte temporale, ma per il momento non è chiaro se il crollo fosse collegato alla perturbazione.

facebook