Aborto, l'Europa dice violati i diritti delle donne in Italia

  • Mercoledì, 13 Aprile 2016 07:27 ,
  • Pubblicato in ZeroViolenza
Aborto e diritti delle donneMaddalena Robustelli, Zeroviolenza
13 aprile 2016

Quando si arriva a rivolgersi ad un'istituzione comunitaria per vedere riconosciuti i diritti violati dal proprio ente statale, vuol dire che qualcosa non va nelle scelte adoperate dalla classe politica al governo.
Diritti e legge 194Il Fatto Quotidiano
11 aprile 2016

Il diritto delle donne ad abortire in Italia non è garantito e i medici non obiettori sono discriminati. Il Consiglio d'Europa ha accolto un ricorso della Cgil per la mancata applicazione della norma sull'interruzione volontaria di gravidanza

Aborto clandestino, le donne pagano due volte

  • Lunedì, 15 Febbraio 2016 08:21 ,
  • Pubblicato in ZeroViolenza
Consultori laici liberi gratuitiMaria (Milli) Virgilio, Zeroviolenza
15 febbraio 2016

La recentissima depenalizzazione per la donna nel delitto di aborto volontario entro i primi novanta giorni non toglie l'afflittività della sanzione, anzi la aggrava pecuniariamente.

Aborto: per il Governo è "depenalizzazione"!

D.i.Re.
12 febbraio 2016

Nel nostro Paese, il 70% dei medici e degli infermieri sono obiettori di coscienza, ma ci sono Regioni dove l'obiezione è ancora più alta. La Calabria è al 73%, la Campania all'82%, in Puglia gli obiettori di coscienza sono l'86% del totale, in Sicilia siamo all'87,6% e nel Lazio l'80%.
Obiezione alla pillola dei 5 giorni dopo Elisa Manacorda, La Repubblica
4 febbraio 2016
 
Un'opposizione neanche troppo velata, quella dei farmacisti italiani nei confronti della contraccezione d'emergenza, cioè la pillola da prendere dopo un rapporto a rischio per evitare una gravidanza indesiderata.

facebook