NEI BAGNI DEL POLICLINICO DI MESSINA

  • Giovedì, 26 Gennaio 2012 17:00 ,
  • Pubblicato in La Storia
di Loredana Lipperini, Lipperatura
26 gennaio 2012

Riporto senza commentare.

Maria Antonietta Farina Coscioni, deputata radicale e presidente onoraria dell’Associazione Luca Coscioni ha presentato al ministro della Salute un’interrogazione per denunciare il crescente e inquietante fenomeno di obiettori di coscienza, medici ginecologi e personale sanitario che si rifiuta di prestare la loro opera a donne che richiedono di poter abortire.

CACCIA ALLA PILLOLA DEL GIORNO DOPO

  • Giovedì, 19 Gennaio 2012 09:28 ,
  • Pubblicato in L'Inchiesta
di Laura Preite e Daniela Sala, La Stampa.it
19 gennaio 2011


Viaggio negli ospedali romani per capire se e come è possibile reperire la pillola del giorno dopo, il farmaco "contraccettivo d'emergenza" che può essere acquistato con ricetta medica. Scopriamo trucchi e scappatoie per aggirare una situazione altrimenti difficile.
Leggi anche le Storie di Laura, Daniela e Maddalena raccolte da Loredana Lipperini

di Chiara Lalli, MicroMega
3 dicembre 2011

L'obiezione di coscienza è entrata nelle leggi italiane come diritto positivo. Da azione pacifica e personale, però, può tramutarsi addirittura in un ostacolo: "Poteva andare da un'altra parte." "La mia coscienza me lo impedisce." "Noi non facciamo di queste cose." Attraverso storie di vita vissuta e riferimenti pop - da Beppe Bigazzi, che spiega in televisione come cucinare un gatto, al dottor House - Chiara Lalli costruisce un'appassionata storia dell'obiezione di coscienza e del suo pervertimento semantico, dal servizio civile alternativo alla leva, fino alla legge 194 sull'aborto.

Roma. Anno Domini 2012

di Fabio Ciconte, Il Fatto Quotidiano
22 maggio 2012

Solo una settimana fa il Sindaco Alemanno indossava la fascia tricolore per partecipare alla Marcia per la Vita, patrocinata dal Comune. Se ne stava lì, sotto l’occhio delle telecamere, dietro slogan quali “Aborto, omicidio di Stato”, “Basta genocidi silenziosi”, “L’aborto è violenza, è omicidio”, insomma nulla di inneggiante alla vita!
Intervistato dal Fatto Quotidiano sulla ferocia di alcuni slogan come “colpevoli di omicidio”, Alemanno  si è affrettato a rispondere che “Questi sono problemi degli organizzatori!”. E alla domanda sul perché patrocinasse una manifestazione a cui hanno aderito movimenti di estrema destra, Militia Christi e Forza Nuova, il Sindaco ha continuato a rispondere allo stesso modo.

ABORTIRE TRA GLI OBIETTORI

  • Domenica, 04 Dicembre 2011 09:07 ,
  • Pubblicato in Dossier
di Cinzia Sciuto, D di Repubblica
3 dicembre 2011

I ginecologi non obiettori strutturati negli ospedali italiani sono circa 150, e il loro numero diminuisce costantemente. E le interruzioni di gravidanze tornano a essere un incubo. Che aggiunge dolore a dolore.
È l’alba, le prime luci del nuovo giorno iniziano a penetrare nella stanza dove Francesca nel suo letto piange in silenzio. Tra poco inizierà la procedura per l’induzione di un travaglio simile a quello di un parto. Ma Francesca non deve partorire, deve abortire. La nuova vita che porta in grembo da 23 settimane è affetta da una gravissima malformazione del cervello, la oloprosencefalia.

Leggi anche l'intervista a Stefano Rodotà.

facebook

Zeroviolenza è un progetto di informazione indipendente che legge le dinamiche sociali ed economiche attraverso la relazione tra uomini e donne e tra generazioni differenti.

leggi di più

 Creative Commons // Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Gli articoli contenuti in questo sito, qualora non diversamente specificato, sono sotto la licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Italia (CC BY-NC-ND 3.0)