Detenuta suicida in cella nel carcere di Sollicciano

  • Domenica, 24 Giugno 2012 08:12 ,
  • Pubblicato in La Denuncia
La Repubblica
24 giugno 2012

Una detenuta di 36 anni, madre di due bambini piccoli, tossicodipendente, si è suicidata nel carcere di Sollicciano (Firenze) impiccandosi nella propria cella. L'episodio è avvenuto ieri sera mentre le altre detenute stavano seguendo una rassegna cinematografica. Lo si apprende dal Garante dei detenuti del Comune di Firenze, Franco Corleone. E' il quarto suicidio che si verifica nel penitenziario fiorentino nel 2012.
di Marco Zavagli, Il Fatto Quotidiano
25 giugno 2012

"Se avesse saputo fare la madre non avrebbe allevato un cucciolo di maiale", e ancora "faccia da culo (...) speriamo non si goda i risarcimenti dello stato". Paolo Forlani, fresco di condanna in Cassazione (tre anni e mezzo), si scatena sul social network nella pagina di Prima Difesa, contro Patrizia Moretti. E lei lo querela.

Rome supports Pussy Riot

da Le Ribellule
18 agosto 2012


Le Pussy Riot si sono formate a Ottobre del 2011 poco dopo che Putin e Medvedev hanno annunciato un nuovo scambio di ruoli alla guida della Russia, cioè esattamente quando Putin si è assicurato il potere fino al 2018.

DROGHE: L’INUTILITA’ DI UNA LEGGE REPRESSIVA

  • Martedì, 13 Marzo 2012 07:20 ,
  • Pubblicato in ZeroViolenza
di Luigi Manconi, Zeroviolenzadonne
13 marzo 2012

L’attuale disciplina del consumo, della produzione e del traffico di sostanze stupefacenti è contenuta essenzialmente nel decreto del Presidente della repubblica n. 309 del 1990.
Il testo originario del D.P.R. si fondava, in sostanza, sulla configurazione come illecito amministrativo della detenzione di sostanze stupefacenti in quantità non superiore alla ‘dose media giornaliera’: parametro che aveva sostituito quello della “modica quantità” previsto dalla precedente (legge 685/1975).

facebook

Zeroviolenza è un progetto di informazione indipendente che legge le dinamiche sociali ed economiche attraverso la relazione tra uomini e donne e tra generazioni differenti.

leggi di più

 Creative Commons // Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Gli articoli contenuti in questo sito, qualora non diversamente specificato, sono sotto la licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Italia (CC BY-NC-ND 3.0)