×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 415

Scoperta tratta di minori contesi, arresti a Palermo

  • Giovedì, 31 Ottobre 2013 12:35 ,
  • Pubblicato in Flash news

ArticoloTre
31 10 2013

I carabinieri della Compagnia di Carini, supportati da quelli del Gruppo di Palermo e dei Comandi Provinciali di Brescia e Trapani, coordinati dal procuratore aggiunto di Palermo Maurizio Scalia e dal pm Geri Ferrara, stanno eseguendo diverse ordinanze di custodia cautelare nell'ambito dell'operazione "Caronte" che ha sgominato un'organizzazione che sequestrava minori contesi tra genitori separati per consegnarli a uno dei due, dietro compenso.

I reati contestati sono quelli di associazione a delinquere finalizzata al compimento di vari reati tra cui "tratta di persone", "sequestro di persona" e "sottrazione e trattenimento di minore". Il reato associativo è aggravato dal fatto che l’organizzazione era impegnata in attività criminali in più di uno Stato, la banda, infatti, operava soprattutto tra Tunisia, Cipro, Egitto, Libano.

Tra le persone coinvolte una ex atleta ucraina, Larysa Moskalenko, 50 anni, vincitrice di medaglia di bronzo nella vela alle olimpiadi di Seul 1988, titolare di società di noleggio barche di lusso di Palermo.

Emesse anche ordinanza di custodia cautelare da eseguire all'estero mediante rogatoria a carico di stranieri. Sono Per Ake, Helgesson, svedese, 54 anni (in atto detenuto in Tunisia), e i norvegesi Elisabeth Wenche Andresen, 47 anni,e Martin Vage, norvegese, 40 anni.

L'attività investigativa è stata avviata nell'autunno del 2012, ed è partita dall'incendio doloso che devastò un albergo da tempo dismesso sulla costa palermitana, non distante dall'aeroporto, l'hotel "Porto Rais". Da qui gli investigatori sono risaliti all'organigramma di una associazione per delinquere internazionale celata dietro l'attività di una società di sicurezza norvegese, la "Abp World grroup", vero e proprio sodalizio di contractors per la maggior parte ex appartenenti ai corpi speciali, disposti a mettere le proprie capacità operative a chiunque fosse disposto a pagarli.

L’operazione di "recupero" di un bambino conteso poteva costare fino a 200 mila euro.


"Attenzione a tua figlia se non vuoi che se la vendano". L'avvertimento o la minaccia va preso alla lettera. Le bande che spadroneggiano nei sobborghi individuano le ragazze vergini tra i 10 e i 15 anni di età e mettono all'asta la loro verginità a beneficio dei signori della droga o dei turisti. ...

Atlas web
09 10 2013

Il numero di denunce per traffico di donne in Brasile è aumentato del 1.500 per cento nei primi sei mesi dell’anno, secondo il bilancio semestrale diffuso questa settimana dalla Segreteria delle Politiche per le Donne del paese sudamericano.brasilelavoratricedomestica

Nei primi sei mesi del 2012 le denunce presentate ai centri di assistenza per le donne gestiti dal governo federale sono state 17, mentre nello stesso periodo del 2013 sono aumentate a 263. Di queste, 170 riguardano casi di traffico internazionale e 90 all’interno del Brasile.

Nel 34 per cento delle denunce, continua il documento, si parla di “rischio di morte” per le vittime.

Secondo i dirigenti della Segreteria, questo aumento delle denunce si deve all’impatto delle campagne di sensibilizzazione condotte dal governo.

"È un inferno. Viviamo ammucchiati in stanzoni. La notte le donne si prostituiscono anche davanti ai bambini, il più piccolo ha due mesi. Devono pagare ai trafficanti di esseri umani il costo del viaggio: prima di partire gli tagliano i capelli e le unghie, è un rito voodoo, loro credono che se non restituiscono il debito capiterà qualcosa di terribile alla loro famiglia. La traversata può costare anche 20 mila euro, un rapporto sessuale 20", racconta Miraj. ...

Emergenza tratta

  • Martedì, 24 Settembre 2013 08:35 ,
  • Pubblicato in L'Intervista
23 settembre 2013
   
Joy Ngozi Ezeilo ha compiuto un vero e proprio Grand Tour italiano, durato poco più di una settimana e che l'ha vista attenta uditrice di funzionari governativi e parrocchiani, giovani volontari e detenuti nei Cie, ministri in doppiopetto ed ex vittime di tratta.

facebook

Zeroviolenza è un progetto di informazione indipendente che legge le dinamiche sociali ed economiche attraverso la relazione tra uomini e donne e tra generazioni differenti.

leggi di più

 Creative Commons // Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Gli articoli contenuti in questo sito, qualora non diversamente specificato, sono sotto la licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Italia (CC BY-NC-ND 3.0)