I 400 colpi. William Shakespeare, Sonetto n. 110

I 400 colpi. William Shakespeare, l'eternità della parola

Ahimè, è vero, ho errato qua e là
e fatto di me stesso un buffone da teatro,

ho trafitto i miei pensieri, deprezzato sentimenti,
e per nuove sensazioni offeso vecchi affetti.

Pamuk: "Sulla mia Turchia tutto il male della Terra"

  • Martedì, 07 Giugno 2016 09:24 ,
  • Pubblicato in REPUBBLICA
IstanbulLa Repubblica
7 maggio 2016

"A volte ho nostalgia dei buoni, vecchi tempi in cui nessuno parlava della Turchia e dei suoi problemi. Il film di Grant Gee porta alla luce la visione della vecchia Turchia provinciale e della Turchia del boom". ...

La Scena Sensibile mobile

  • Lunedì, 06 Giugno 2016 13:17 ,
  • Pubblicato in L'Iniziativa

La Scena Sensibile

  • Lunedì, 06 Giugno 2016 10:53 ,
  • Pubblicato in L'Iniziativa

I 400 colpi. William Shakespeare, Sonetto n. 122

LibroI 400 colpi. William Shakespeare, l'eternità della parola

Il diario, tuo regalo, è qui nella mia mente,
interamente impresso in memoria imperitura

e durerà più a lungo di quei bianchi fogli
al di là di ogni tempo sino all'eternità

facebook