Lo fa usando un nickname che contiene il suffisso "trans" e mette, in una sezione visibile solo a chi ha la sua autorizzazione, alcune sue foto in abiti femminili e con il viso truccato.
Leggi

Trans picchiata a sangue per aver chiesto un passaggio

  • Domenica, 25 Novembre 2012 15:32 ,
  • Pubblicato in REPUBBLICA
La Repubblica
25 11 2012
Ubriaca ha chiesto con insistenza a due ragazzi di essere portata in via Appia Nuova, per fare ritorno a casa, ma le è stato negato e colpita con pugni e calci. Un passante ha chiamato i soccorsi.

Aveva chiesto un passaggio in auto a due uomini per fare ritorno a casa, ma di fronte alle sue insistenze i due l'hanno aggredita lasciandola sanguinante a terra per poi essere ricoverata in prognosi riservata. E' successo a una transessuale di origini brasiliane in via Emilio Longoni, tra via Prenestina e via Collatina.. I carabinieri del nucleo radiomobile di Roma, con la collaborazione dei colleghi della stazione Tor Sapienza, hanno denunciato a piede libero due romani di 30 e 32 anni per averla aggredita selvaggiamente.

La trans, ubriaca, ha chiesto ai due ragazzi un passaggio in via Appia Nuova, per fare ritorno a casa, ma le è stato negato. All'ennesima richiesta insistente fatta dalla trans, che ha anche colpito il veicolo con calci e pugni, i due sono scesi dall'auto e l'hanno aggredita ripetutamente fino a lasciarla sfinita a terra.

Un passante ha notato la vittima con il volto insanguinato e ha chiamato soccorsi. L'ambulanza ha accompagnato la transessuale in ospedale mentre, le immediate ricerche effettuate dai carabinieri nella zona hanno permesso di rintracciare gli autori, poco distanti dal luogo del fatto, che erano rimasti con l'auto in panne. Le condizioni della vittima, che inizialmente è stata ricoverata in prognosi riservata per varie fratture al volto e vari ematomi alla testa, sono migliorate ma dovrà essere sottoposta a un intervento maxillo-facciale.

MURALES CONTRO LE DISCRIMINAZIONI

di Libellula e Greg Corvino


E' un progetto che nasce con l'obiettivo di rendere visibile la discriminazione e il disagio delle persone trangender, tramite la realizzazione collettiva di un murales fruibile a tutti capace di rappresentare lo stigma discriminante ed il pregiudizio rivolto alle persone trans.

Svillupato in collaborazione fra l´Organizzazione di Volontariato Libellula e l´artista americano Greg Corvino,  membro della compagnia teatrale di Vermont “Bread & Puppet”, vuole essere una finestra dove poter incontrare la manifestazione di una realtà per tanti sconosciuta, e per altri ignorata.

Le persone transgender, oltre ad afrontare la difficile condizione di vivere in un corpo nel quale non si riconoscono, devono lottare con gli stereotipi sociali come quello della "trans=prostituta" o semplicemente il fatto di "essere diverso", che provocano esclusione sociale ed  emarginazione con conseguienze estreme in molti ambiti sociali ad esempio quello lavorativo; in questo murales abbiamo voluto dare uno spazio ai vissuti e i pensieri di persone transgender e transessuali su questo argomento.

Nel murales, realizzato al CSOA Ex-Snia, sono stati inseriti 12 disegni, elaborati dai partecipanti a un primo laboratorio/focus groups tenuto al Circolo di Cultura Omosessuale "Mario Mieli" il 19 marzo che ha offerto lo spazio fisico nel quale sono state create delle immaggini che di forma non letterale riflettono su diversi aspetti la discriminazione, la rabbia, la consapevolezza e la libertà.

Ringraziamo il CSOA Ex-Snia (via Prenestina 173), per aver donato all'iniziativa uno spazio alla manifestazione del disagio sociale vissuto delle persone transgender, spazio che non è stato dato dagli enti istituzionali pubblici a cui è stato richiesto, e invitiamo tutti a visitare il murales che per noi rappresenta una finestra contro la discriminazione, lotta che dal 1998 Libellula agisce all'interno del contesto nazionale.

Weird Festival. Gender Euphoria


Da giovedì 4 a sabato 6 ottobre
CSOA Forte Prenestino - Roma

Tre giorni in festa al Forte Prenestino di Roma per conoscere, ascoltare, guardare e vivere, parlando di transessualismo ed intersessualità.

Vedi il sito di Weird Festival
Vedi il Programma

facebook