UN BRAVO GIORNALISTA SICURAMENTE MALEDETTO DA DIO

di Attilio Doni

Siccome sono un maledetto giornalista che non ha rispetto per nessuno, né per le eventuali vittime di eventuali carnefici, né per le famiglie delle eventuali vittime, facendomi forte del fatto che c'è libertà di opinione e di espressione, sul mio maledetto giornale metterò questo titolo: "Yara violentata e uccisa".
Se poi si scoprirà che non è stata uccisa e neppure violentata, se si scoprirà che è stato un errore cercare accanitamente il corpo, dando per scontato che sia morta, magari riceverò qualche critica, però avrò raggiunto lo scopo di veder accresciuto il numero dei miei lettori, ed è questo che conta.
Se poi ci avrò indovinato, se troveranno il corpo e rileveranno che la ragazzina è stata violentata, stuprata (questi verbi fanno vendere più copie), potrò dire d'essere davvero un bravo giornalista. Un bravo giornalista sicuramente maledetto da Dio. Ma che importanza ha?
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook